adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2007

                     24/5/2007 - EDITORIALE

<<<

Due i temi che su queste colonne vogliamo affrontare in questo numero: Il primo riguarda il trascorso anno dalla vittoria dell’Unione e dalla nascita del Governo Prodi.
Il secondo, quello della nascita del Partito Democratico e della Costituente Socialista.
Per quanto riguarda il primo punto dobbiamo purtroppo constatare che vi è una grossa delusione e disincanto tra gli elettori del centro-sinistra e nel Paese. Certo le difficoltà di governare un Paese lasciato in grandi difficoltà economiche dal precedente governo di Centro-destra, oltre alla limitata maggioranza al Senato non hanno favorito la governabilità, ma altre le cause a nostro parere che si possono così riassumere: Una Finanziaria troppo pesante sotto tutti i punti di vista ed incomprensibile per i cittadini;
La mancata attuazione di alcune parti importanti del programma dell’Unione, vedi: legge elettorale, con più potere agli elettori, con il ripristino delle preferenze, (ora se ne parla, ma molta acqua ancora passerà prima di vederne l’approvazione);
Una nuova legge sul conflitto d’interesse; L’abrogazione delle leggi cosiddette ad personam come, depenalizzazione del falso in bilancio, abolizione della tassa di successione per i grandi patrimoni, riforma delle rogatorie internazionali ecc;
La modifica della legge “30” (cosiddetta Biagi) (si ha un gran parlare del lavoro precario, ma ad oggi non è cambiato nulla di quanto approvato dal governo di centro-destra);
La riforma della Televisione.
Tutto questo ha fatto maturare questa sfiducia. Sfiducia confermata da recenti sondaggi su eventuali ipotesi di voto.
Inoltre in questo anno dopo le elezioni del 2006 è come se tutto fosse cambiato, per lasciare le cose come prima. Si continua a navigare a vista. Senza intravedere l’orizzonte. Senza una mappa, una rotta. Certamente le tante voci della maggioranza ingenerano molta confusione e danno un messaggio negativo al Paese. Tutto questo ci sembra veramente deludente per chi sperava in un rapido cambiamento del Paese. Certo ancora vi sono quattro anni sufficienti per cambiare la rotta e attuare il programma dell’Unione, per fare quello che il Paese si aspetta da questa maggioranza.
Per quanto riguarda il secondo punto dobbiamo constatare che con la celebrazione dei Congressi, dei Ds, della Margherita e dei Socialisti Democratici Italiani in questo mese di aprile, il panorama politico italiano è cambiato profondamente e si aprirà una nuova stagione, certamente interessante in special modo nella sinistra.
Infatti, con la chiusura dei rispettivi congressi DS e Margherita hanno dato l’avvio alla costruzione del Partito Democratico, con una costituente dal prossimo ottobre. Ma non tutti nei DS hanno condiviso questa scelta. La indisponibilità della mozione Mussi alla costituente del Pd, come pure un no da parte della mozione di Angius. Senza entrare nel merito di questo nuovo soggetto (sarà occasione nei prossimi numeri entrare nel merito), questo Partito Democratico sarà certamente qualcosa di diverso, già il nome è significativo, “democratico”, ma manca di qualcosa e cioè di “sinistra”, e/o “socialista”. La mancanza di questi riferimenti, non è casuale, ma sostanziale, è la volontà di un percorso nuovo e diverso, nello schieramento politico Italiano ed Europeo.
Certamente si aprono spazi a sinistra del nascituro Pd., come emerge anche dalle conclusioni, del Congresso dell’SDI svoltosi a Fiuggi, dove è stato lanciato il progetto di una “Costituente Socialista” rivolta innanzi tutto, a coloro che hanno condiviso una storia in comune (Psi e Psdi), ma aperta a tutti coloro che credono sia necessario una forza autenticamente di sinistra, socialista e laica in Italia.
Quindi, i presupposti per una grande forza di sinistra e socialista anche in Italia ci sono tutti. Sta alle forze che si rifanno a questi valori superando le divisioni del passato, costruire un grande partito progressista e socialista, ancorato al Socialismo Europeo.
G.C.