adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 -OTTOBRE 2002

                     15/11/2002 - L’opinione del dottorgiannoni

<<<

Caro Nanni

voglio spiegarti meglio il mio pensiero, vedi mi sembra negli ultimi tempi che si sia affermato che l’economia fosse sopra tutto, che niente si poteva mettere al di sopra dell’economia. No. Al di sopra c’è la morale.
Si è avuto paura che parlando di morale si fosse tacciati di moralisti, bene, io sono moralista, che male c’è? Basta con questa paura, si vorrebbe che non si dicesse nulla, si vorrebbe zittire gli altri mettendo la paura, quando le cosiddetta «economia» serve a pochi per fare i loro interessi, l’economia è immorale quando nell’economia si fa pagare ai più deboli il costo, non è morale e quell’economia non è giusta, perché è violenta.
Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te vuol dire che se fai il male agli altri, fai anche il male a te a lungo andare non si hanno più benefici. In questo la prima regola deve essere fare il bene a tutti perché fare il bene agli altri è fare il bene a sé stessi, e invece chi comanda sta pensando di fare quel che vuole. No, non è giusto, non si può fare quello che si vuole, al di sopra c’è la morale, il bene comune. Certo in un mondo dove il quattrino è il solo bene, si può essere portati ad ammirare soltanto chi ha i quattrini, ma è necessario tener conto di come uno ha fatto i quattrini. Quando quel tale ha bisogno che un processo che lo riguarda vada in lungo tanto da superare il tempo necessario ad andare in prescrizione vuol dire che i quattrini si son fatti violando la legge e che trova consenzienti un gruppo di lacchè, di masnadieri, di servitorucoli pronti a fare le leggi tali da non farli giudicare. Chiaro che chi è d’accordo è un lacchè e si deve vergognare e se ci pensa si vergogna. Ho parlato di quattrini. Alla gente si dovrà far capire che non ci sono solo i quattrini come valore, ma fare il bene degli altri, così possiamo essere tranquilli e sereni, parola di psichiatra. Vedi sarà bene alle prossime elezioni che i candidati del centrosinistra facciano una solenne dichiarazione di non voler personalmente tutti quei soldi che attualmente un deputato prende al mese, che i deputati e i senatori attualmente in carica smettano di prendere i soldi che prendono sarebbe un far ritornare alla politica quanti si sono allontanati, sarebbe far ritornare a votare chi non ha più votato, sarebbe far la morale al di sopra dell’economia, del far soldi.
Io molte volte ho accennato in questo proposito, si vuol essere sordi purtroppo, e quando ne ho parlato ho trovato troppe persone che scantonano segno che si vergognano ad affrontare il problema; ho parlato anche con onorevoli e tutti scantonano e son felici se tizio o caio li portano fuori dalla discussione, segno che sono in difficoltà e che giudicano un non bene ciò che fanno, lo giudicano un approfittarsi della situazione a loro unico vantaggio. E si riparli del fatto che sono stati pronti a farsi dare una buona pensione come deputati. No, perché quello che svolgono non è un lavoro, ma bensì un mandato popolare, che si continui a pagare loro contributi per la pensione che a suo tempo prenderanno, come tutti, no a fruire di un privilegio.
Cioè che sarebbe non pensare al bene comune, ma al
bene personale. La soddisfazione di essere deputato, la soddisfazione di fare il bene di tutti sarà il loro grande guadagno se vogliono per poter la notte riposar tranquilli e di giorno fare serenamente il proprio dovere, punto e basta, noi non abbiamo bisogno di predatori, ma di persone per bene che ci rappresentino perché noi non vogliamo depredare nessuno e non vogliamo essere depredati da nessuno, noi siamo gente perbene ed alla gente perbene non si deve depredare, è chiaro? Né in quattrini, né in libertà, né di verità, la verità ci farà liberi. Si dovrà ritrovare il gusto del servizio insieme alla lotta per la libertà.
In fondo noi non dobbiamo dimostrare nulla, dobbiamo solo vivere e vivere nella consapevolezza di essere amati e di amare.
Chi vede tutto nelle cose diventa anche lui una cosa vivente, io devo diventare un valore per sé e per gli altri (diventa per sé se è visto e apprezzato dagli altri). L’egoismo può essere buono o cattivo. È buono se è il risultato del lavoro con gli altri, se dipende dall’altruismo degli altri. Se guardo il mio «me» apprezzato dagli altri., e questo vuol dire che gli altri non guardano soltanto il sé ma al me, in un altruismo che fa bene anche a loro.
Per esempio, ammettiamo che bruci un bosco e gli operai di una fabbrica vicina vadano a spengere l’incendio perché l’incendio investe o può investire una casa, ebbene essi diventano un valore per sé e per gli altri, così come il proprietario di quella fabbrica che non guarda il guadagno ed è d’accordo che si faccia l’opera di spegnimento, acquista un valore che fa bene a sé stesso mentre fa bene agli altri, alla loro vita, materiale e affettiva. Se invece guarda il proprio «guadagno» e basta, impedendo agli operai di andare a spengere l’incendio per continuare a lavorare per lui, bene quel tale è un egoista impregnato di egoismo cattivo, di egoismo non buono.
Quale attività ha un vero valore? Perché il vero valore non costa nulla e se costa assume un valore più alto. Così si deve vedere, nella società, chi vuole acquisire valore e chi no, chi vuol badare all’egoismo non buono o chi vuol badare all’egoismo buono. Così si dica il pagare le tasse, così si dica per fare i propri interessucci, magari volendo passare per buono o almeno non essere riconosciuto dalla legge come cattivo, uso sempre vergognosamente, per qualcuno, termini morali, come si vede.
Questo tale vorrebbe che la gente vedesse dare importanza alla sua maschera di buono e non vedesse la sua verità, di cattivo, di egoista non buono. Tanto per dire un nome: il signor Berlusca che, insieme ai suoi lacchè vorrebbe far intendere che non processato vuol dire non colpevole.
Anche questo si dovrebbe far capire alla gente, pane al pane e vino al vino e chi ha orecchie da intendere, intenda!
Le cose importanti non devono avere prezzo, l’acqua che si beve, l’aria che si respira per esempio., ad un costo limitato, senza che nessuno se ne approfitti.
Le cose importanti hanno invece un valore che producono benessere generale e salute specie psichica. Dobbiamo capire e far capire la differenza fra valore e costo.
Certamente se si accetta il costo, si accetta l’importanza di solito è bugiarda e ci prende in giro influenzandoci a fare
o a comprare cose inutili, che servono soltanto a far quattrini (agli altri).
Si deve vedere alle prossime elezioni chi vuole una società di valori o una società di quattrini. Si dica anche del valore della onestà, del valore dei diritti di tutti, del valore della verità, del valore della giustizia, del valore della salute, psichica soprattutto, detto meglio del valore della salute psichica anche personale che viene dallo stare bene insieme.
Ma, ed in connessione a quel che ci è stato detto non è vero che stiamo bene se gli altri stanno male, che è bene che noi vinciamo e gli altri perdano, per star bene bisogna che tutti stiano bene, e non ci devono essere perdenti o vincenti, tutti dobbiamo vivere e star bene tutti, non soltanto i fortunati (magari economicamente) quei fortunati possono diventare sfortunati ed allora?
Ma su queste cose ne riparlerà il tuo
dottor Giannoni