adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2008

                     30/5/2008 - PARTITO SOCIALISTA - CAMBIARE

<<<

NON MOLLARE, MA CAMBIARE!
di Marino Bianco e Paolo Bagnoli

Il PS (Costituente Socialista) è stato schiacciato dall’appello concentrico di PDL e PD per il voto utile.
La sinistra Arcobaleno (Sinistra Democratica, Rifondazione, Comunisti Italiani, Verdi ed altri) dal percepito retaggio di posizioni se non vetero comuniste almeno massimaliste.
Cosicché il PD ha drenato parte dell’elettorato riformista, questo preoccupato o di disperdere il proprio voto o di affidarlo a non condivisibili rappresentanze estremiste.
Inoltre, stante il notevole risultato della coalizione di Berlusconi, è da ritenere che sia in buona parte di sinistra riformista la quasi totalità dell’astensionismo.
L’amara conclusione è che la scelta del PD ha provocato – come non è contestabile – il notevole spostamento a destra dell’asse politico del Paese (ai voti di PDL e Lega devono sommarsi, naturalmente, quelli dell’UDC).
Un bel risultato per il PD e IdV, stanti i quasi dieci punti ed il numero dei deputati e dei senatori che li separano dall’altra coalizione (senza contare l’UDC); che esclude la prospettiva di una alternativa a breve, e che non mancherà di proiettare i suoi riflessi anche sulle prossime elezioni amministrative e sulle elezioni europee.
Ma sono indubbi gli errori commessi dai socialisti e dalla sinistra.
La strada giusta era quella tracciata dalla mozione Mussi/Angius / Spini nell’ultimo congresso dei DS: l’unità della sinistra per il socialismo europeo.
Strada colpevolmente abbandonata da Mussi, per giungere, invece e sostanzialmente, alla ricomposizione di tre spezzoni del vecchio PCI.
L’anomalia del nostro paese non è, infatti, l’assenza di un partito che si possa considerare erede del PCI o comunque collegato a quella storia , bensì di un partito che si richiami alle esperienze passate ed attuali della socialdemocrazia.
Ma va anche riconosciuta la grave miopia degli autori e del gruppo promotore della Costituente Socialista: un partito socialista non poteva e non può risorgere intorno allo SDI ed al resto della c.d. diaspora, ma mediante il coinvolgimento di tutte le tendenze democratiche laiche e rifomiste di sinistra capaci di proporre ideali e progetti per una formazione politica del tutto nuova.
In questo ha mancato fino ad oggi la Costituente Socialista, e sarà dialettica del previsto Congresso.
A tale errore o incapacità si è giustapposta – ripetesi - l’incoerenza (è un eufemismo!) della Sinistra Democratica rispetto alla strategia alla quale con grande impegno e speranza i socialisti dei DS, e non soltanto essi, avevano aderito.
Si tratta, ora, di non mollare, ma anche di cambiare, con coraggio!

Marino BIANCO e Paolo BAGNOLI (membri del Comitato Promotore Regionale della Costituente Socialista)