adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.3 - GIUGNO 2008

                     30/6/2008 - EDITORIALE

<<<

Sono passati oltre 2 mesi dalla elezioni politiche, che tanta è stata la batosta che ancora non si vedono segnali a sinistra di un’analisi seria delle cause della disfatta.
Certo che i risultati elettorali, sono anche frutto di comportamenti e mancate riforme quali: Una nuova legge sul conflitto d’interesse; Abrogazione delle leggi cosiddette a personam; Depenalizzazione del falso in bilancio; La riforma della TV e una nuova legge elettorale, che avrebbero portato l’Italia a livello dell’Europa.
A questo punto va preso atto di questa maggioranza, ma non per questo bisogna arrendersi, ma operare seriamente per una alternativa a questa destra, con un’opposizione seria e progettuale che guardi al mondo del lavoro e alle vecchie e nuove ingiustizie, non come ha svolto in questi mesi il leader del Pd. Veltroni, che ha fatto una campagna elettorale buonista e dialoghista, con incontri con il Cavaliere, come se il personaggio fosse cambiato, invece Berlusconi ha dimostrato in poche settimane di essere rimasto lo stesso.
Infatti, ha sferrato colpi su colpi con una sequenza progressiva e tutto in poco tempo: i decreti di espulsione per i clandestini, poi l'occupazione delle città da parte dei militari di pattuglia e dulcis in fundo lo stop alle intercettazioni e il carcere ai cronisti che le pubblicano. Ora la riedizione del Lodo Schifani. Nel decreto sicurezza ci piazza un emendamento che sospende i processi per reati meno gravi compiuti entro il giugno 2002. Guarda caso il processo Mills, quello in cui è accusato di aver corrotto il giudice inglese, riguarda un'ipotesi di reato compiuta proprio prima del giugno 2002.
Ora, con un Berlusconi che si toglie la maschera del padre-padrone comprensivo, per tornare a indossare in un batter d'occhio quella del Caimano, è proprio la leadership del PD a trovarsi in difficoltà nel giustificare le scelte sin qui adottate nel quadro di una politica di opposizione. Ecco dunque la levata di scudi capitanata dallo stesso Veltroni, il ritorno all'ostruzionismo (in realtà già costretto ad essere sguainato per il "salva Rete4), senza contare che mai tutto questo riuscirà a cavalcare l'onda come può fare Di Pietro, in sella sin dal primo giorno.
Il Berlusconismo è la cultura dell'illegalità e delle istituzioni pubbliche vissute come fardelli fastidiosi e ostili, la cultura dell'egoismo commerciale e dell'interesse privato che prevale su quello pubblico, la cultura delle parole senza valore Una non cultura politica che dà rappresentanza politica al peggio delle miserie e dei fallimenti della società moderna.
Una sfida dell'opposizione potrebbe essere quella di convincere la maggioranza dell'elettorato di centrodestra che questi sono i termini del problema Berlusconi. Non solo disistima personale dunque, ma contrasto ad una non cultura politica che sfrutta i punti deboli della democrazia imponendo un pericoloso populismo a vantaggio di una ristretta minoranza.
Tutto questo impone proposte innovative e un diverso modo di fare politica. Ecco dunque la necessità di una nuova formazione della sinistra in Italia che sia, portatrice di quei valori che si rifanno al socialismo nella libertà.