adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2008

                     13/9/2008 - Libri

<<<

ACHTUNG! BANDITEN!
L’eccidio di Pievecchia a Pontassieve
di Massimo Biagioni
Edizioni Polistampa, Firenze 2008
Dalla introduzione di R. Nencini
8 giugno 1944, nella frazione di Pievecchia a Pontassieve si scrive una tragica pagina dell’occupazione nazista. Un’azione dei partigiani, uno scontro, la rappresaglia. Ennesima puntata del martirio della Toscana, “terra – come scrive nell’introduzione il presidente del consiglio regionale Nencini - che ha pagato di più in termini di stragi di civili e di morti senza colpa, donne, bambini, vecchi le cui croci imbiancano i cimiteri di un centinaio di Comuni.
Massimo ne fa una ricostruzione capillare e documentata, non agiografica, secca nel suo stile giornalistico, martellante.
Il ricordo dei defunti non viene lasciato alle sole lapidi. L’autore ne ricostruisce in breve la vita, chi sono, che mestiere praticano, dove abitano con le loro famiglie. Chi legge diventa persona e si riconosce attraverso storie singole abbozzate con linearità. I morti erano vivi, il loro nome ha un’origine e una storia d’un tratto stroncata per rappresaglia.
Efficace anche la narrazione su quanto accade dopo la strage, le commemorazioni, il ricordo inciso nella memoria di chi viene senza conoscere, senza sapere, senza aver visto, un modo per significare quanto sia necessario ‘non dimenticare’ perché la libertà – le parole sono di Mario Luzi – ‘ è una palestra nella quale andare ogni giorno a faticare’.
Questo lavoro di Massimo Biagioni mostra maturità e sicurezza nel manipolare l’argilla degli eventi, ed una sensibilità figlia della conoscenza. Un libro corale che lascia parlare i protagonisti del tempo. Una rarità di questi tempi”.

---------------------------------------------------------------------

Il fatto:
8 giugno 1944 – a Pontassieve alcuni partigiani di ritorno da una requisizione di armi, attraversano la frazione di Pievecchia e colpiscono un tedesco all’interno di un pubblico esercizio. La bomba uccide anche un giovane del posto mentre un soldato riesce a fuggire e avverte le truppe tedesche.
La rappresaglia scatta feroce, 13 innocenti vengono assassinati, case e pagliai bruciati, prigionieri trasferiti, donne e vecchi colpiti con i calci di fucile.
Il libro ricostruisce i fatti, fa parlare documentazione e testimonianze raccolte e compone un racconto doloroso e tragico.