adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - OTTOBRE 2008

                     4/11/2008 - FIRENZE 1

<<<

Di Valdo Spini
Una città da riconciliare e da rilanciare

Ogni cinque anni, la Fondazione e il Circolo Rosselli preparano un questionario sui problemi di Firenze. Rispondono coloro che seguono la nostra attività, il nostro sito, nonché cittadine e cittadini e/o associazioni che riusciamo a raggiungere.
Il terzo questionario che abbiamo svolto all’inizio di questo anno, curato da Mariella Zoppi, e che viene pubblicato su questo numero speciale doppio dei “Quaderni” presenta risposte molto più critiche rispetto a quelle, più ottimiste, che erano state riscontrate nel secondo , conclusosi cinque anni fa’. La denuncia del degrado, la richiesta di una città più ordinata, pulita e sicura, di un’accessibilità meno sofferta e gravosa, di un ruolo di Firenze più pronunciato ed evidente nel panorama nazionale ed internazionale, di una società e di un’economia che dia un futuro ai nostri giovani sulla frontiera dei nuovi lavori e delle nuove professioni, si manifesta forte e pressante.
Gli effetti si vedono ad esempio in alcune cifre. Firenze ha oggi (31 agosto 2008) 366.074 abitanti, di cui 40.132 cittadini stranieri. Ne ha persi quindi negli anni circa un centinaio di migliaia. Rispetto ai dati del censimento 2001 (quando gli abitanti erano 356.000 di cui 18.734 stranieri, pari al 5,3% della popolazione), ne ha quindi guadagnati circa diecimila, meno dei circa 22.000 cittadini stranieri in più. Ma guardiamo il “centro storico”, area considerata nel censimento del 2001. Allora vi abitavano 62.470 persone pari al 17,5% di cui 18.761, pari al 16,11% avevano più di sessanta anni. Ben 5.700 di essi erano cittadini stranieri, vale a dire circa il 30 % dei cittadini stranieri residenti in Firenze. I dati del 31 agosto del 2008 sono articolati per circoscrizioni amministrative e quindi non li confrontiamo, ma non credo cambino molto il quadro. Quale avvenire si sta preparando per il centro storico? L’impoverimento complessivo, sociale e funzionale del centro storico lo rende facile preda di situazioni incontrollate che mettono a rischio vivibilità e sicurezza. La chiusura progressiva, prima dei teatri, poi dei cinema, elementi di aggregazione nel territorio, a favore delle mega multisale è un segnale dell’incomprensione del fenomeno. Per il centro storico appare decisivo il modo in cui utilizzeremo le aree demaniali dismesse, in particolare quelle militari, nonché quelle che si renderanno disponibili per il trasferimento degli uffici giudiziari nel nuovo Palazzo di Giustizia. Su tale problema, peraltro, non pare si disponga di un’adeguata strategia.
Nell’editoriale del “Quaderno” ho parlato di una città da riconciliare e da rilanciare.
(segue su FIRENZE 2)