adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - OTTOBRE 2008

                     4/11/2008 - CRISI ECONOMICA

<<<

La crisi economica e
il libero mercato

In un momento come questo di crisi economica senza precedenti, che ha investito prima gli Statti Uniti, poi tutto il mondo, specialmente quei paesi più economicamente sviluppati, viene naturale, per noi cittadini della strada, domandarsi come mai sia accaduto tutto questo.
Alla base della crisi sta sicuramente la spregiudicatezza di certe banche ed assicurazioni nell’emettere prodotti finanziari spazzatura, l’avidità dei suoi manager (con stipendi miliardari), con la mancanza di regole per il cosiddetto “libero mercato”.
A questo va aggiunto il più sfrenato welfare dell'industria, nel privatizzare gli utili e socializzare i debiti, con una richiesta continua di estrema flessibilità del lavoro e drastici tagli allo stato sociale.
La risposta è stata che il Presidente Bush ha implorato i parlamentari perché approvassero un piano di intervento da 700 miliardi di dollari per salvare le banche sull’orlo del fallimento, rimangiandosi quanto detto sull’intervento dello stato nell’economia. Per anni, un giorno sì e l’altro pure, ci hanno indottrinato sulle virtù del mercato che si autoregola, sullo Stato che non è la soluzione ma il problema. Come si vede i fatti sono diversi.
In Europa e in Italia, si è corsi ad interventi diretti per fronteggiare la crisi economica.
I provvedimenti presi in Italia non indicano una cifra precisa ma garanzia potenziale dello Stato ai depositi bancari e possibilità di ricapitalizzare, previo permesso della banca d’Italia, gli istituti in crisi. Tremonti ha detto che l’aiuto economico, nei casi più gravi, potrà spingersi fino al commissariamento della banca.
Certamente questa crisi sarà pesante, anche per l’economia italiana, già se ne vedono le prime avvisaglie, con l’aumento della cassa integrazione, la riduzione dei consumi primari. Con questa crisi nulla sarà come prima anche sul piano della società.
Questa la parte economica della crisi, ma in Italia vi è anche una crisi politica, con tutta la sua anomalia rispetto all’Europa. Anomalia che si traduce in breve, nell’ enorme conflitto d’interessi nel suo massimo esponente del Governo,
che insieme al “Lodo Alfano”, i tagli alla scuola pubblica, indicano, un disegno di uno Stato diverso da quello indicato dai nostri padri Costituenti.
Per questo è necessario contrastare questo stato di cose con decisione. In questa epoca del capitale e del mercato non vi è stata una vera politica per il cittadino, una politica economica basata su risorse reali e sulla libertà individuale dell'uomo, nonché una difesa dello stato sociale. Per questo, nel momento di crisi globale che viviamo, le ragioni socialiste e socialdemocratiche ci offrono un riferimento.