adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2002

                     16/11/2002 - DELUSIONI E SPERANZE

<<<

Caro Nanni,

devo imitare il “dottorgiannoni”, poiché non posso – io, direttore – scrivere una lettera al direttore, e poiché quanto dirò non si addice al contenuto di un articolo – come mi avevi richiesto – ma a quello di una lettera ad un caro amico (come considero te e ciascuno dei compagni de il “Laburista”).
Gli è che, nei momenti che, dopo un anno di lavoro, stai per concederti qualche giorno di riposo, smetti anche per un poco di stancare la ragione e lasci più libero sfogo ai sentimenti.
Ed allora, per quanto riguarda la politica ed il nostro impegno per essa, devo confidarti che mi è difficile tener lontano un senso di profonda delusione.
Una sinistra che non riesce ad avere un progetto e che vive della rendita (si fa per dire!) che le offre una destra rozza e tutta tesa a conseguire interessi particolari. Una sinistra che non sa cogliere il significato e l’opportunità dei “movimenti”, o si appiattisce sugli stessi o ne prende le distanze, rinunciando al compito di guida che Pietro Nenni esattamente indicava ai partiti, pur nel linguaggio di allora: quello di “dare sbocco politico alle azioni delle masse”. Una sinistra che non riesce a contenere o a mediare le tendenze moderate e la cultura talora codina degli alleati, e appare sempre più rinunciataria rispetto ai valori laici e socialisti.
Si, socialisti! Caro Nanni, ne sento proprio il bisogno… quasi fisico.
Abbiamo aderito ai DS, che avrebbero dovuto divenire il “grande partito italiano del socialismo europeo” (suona addirittura stucchevole ripetere questa definizione!), con un nuovo progetto ideale e politico, con un nuovo modo di essere e di fare, con un profondo ricambio anche della classe dirigente. Ma, dove è tutto ciò?! E’ ancora sperabile che avvenga? O saremo – molti di noi – costretti......... alla

nostalgia, esponendoci alla facile critica che, reduci da una esperienza pretesamente bocciata dalla storia, non sappiamo accettare i cambiamenti e adattarci a ruoli ridotti?
Eppure sforzi ne abbiamo compiuti, anche individualmente : chi, per inserirsi a pieno nella nuova realtà, divenendo “fassiniano” o “morandiano.” o “dalemiano.” o “berlingueriano” (come me), chi mantenendosi stretto nelle c.d. associazioni per tendenza di “Socialismo liberale” (i compagni definiti “spiniani”) o di “Socialismo 2000” (altri compagni di provenienza del MDSL insieme ai c.d. “salviani”). Ora, c’è anche “Aprile”, cui ho dato una adesione fiduciaria; ma, per la verità, non ho ancora intravisto… uno scorcio di primavera per il “grande partito italiano del socialismo europeo”.
…E i nostri dirigenti dei DS, a tutti i livelli, sono quasi sempre gli stessi dirigenti del vecchio PDS.
Insomma, Caro Nanni, tu sai che fui tra i primi ad allontanarmi dal PSI, per motivate ragioni politiche e non per una rivolta …perbenistica dinanzi all’indagine di tangentopoli, per la quale avevo anche ed ho tuttora non poche riserve. Ma fino a quel momento sentii l’orgoglio dell’appartenenza ad un partito, e la mia fu proprio la reazione (a torto o a ragione, non sta a me dirlo) dell’orgoglio ferito.
E, se devo sintetizzare (ma lo sfogo emotivo potrebbe continuare) il mio stato d’animo alla vigilia delle vacanze di quest’anno, ecco: nella nuova milizia politica non ho ancora sentito quell’orgoglio, e ne avverto fortemente la mancanza.
Speriamo nel prossimo autunno, allorché …il riposo della ragione avrà ripreso il sopravvento sull’onda dei sentimenti.
Ti farò avere, allora, il mio articolo politico, confidando di non dover rimasticare luoghi comuni.
Ti auguro buone vacanze.
tuo
marinobianco