adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.3 - GIUGNO 2009

                     13/7/2009 - TIA

<<<

di Giovanni Casalini
A proposito di Tariffa di Igiene Ambientale (TIA) in Val di Sieve


A seguito del Decreto Legislativo 5 febbraio 1997 n° 22 che riguarda lo smaltimento dei rifiuti, al titolo IV “Tariffa per la gestione dei rifiuti urbani” art. 49 viene prevista l’istituzione della tariffa.
Il legislatore ha codificato dettagliatamente cosa comprende la tariffa e precisamente al comma 4 specifica: “La tariffa e' composta da una quota determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per le opere e dai relativi ammortamenti, e da una quota rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito, e all'entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio”.
Mentre il comma 10 prevede: “Nella modulazione della tariffa sono assicurate agevolazioni per le utenze domestiche e per la raccolta differenziata delle frazioni umide e della altre frazioni, ad eccezione della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio che resta a carico dei produttori e degli utilizzatori. E' altresì assicurata la gradualità degli adeguamenti derivanti dalla applicazione del presente decreto”.
La tariffa è articolata nelle fasce di utenze domestiche e non domestiche. La tariffa per le utenze domestiche è composta da una parte fissa, che tiene conto della superficie dell’abitazione rapportata ai residenti e da una parte variabile che tiene conto del numero di persone che compongono il nucleo familiare.
La superficie di riferimento è misurata sul filo interno dei muri perimetrali, arrotondata al mq per difetto fino a 0,50.
Per le utenze utilizzate come abitazioni principali, il numero dei residenti è quello risultante dai registri anagrafici.
Nel caso di due o più nuclei conviventi, il numero dei residenti è quello complessivo. Per le abitazioni non utilizzate come abitazione principale il numero dei residenti è stabilito convenzionalmente da apposita tabella.
Nella nostra zona i comuni di Pelago, Pontassieve e Rufina già dal 2006 applicano la T.I.A., mentre i comuni di Dicomano, Londa e San Godenzo ancora applicano la “TARSU”.
Il soggetto che effettua lo smaltimento dei rifiuti - ad oggi - nella Val di Sieve è la società AER spa, con sede nel comune di Rufina località Scopeti, i cui azionisti sono: Comune di Dicomano l’11,18%; Comune di Londa il 1,23%; Comune di Pelago il 17,03%; Comune di Pontassieve il 48,29%; Comune di Rufina il 14.89%; Comune di San Godenzo il 0,98%; Comune di Incisa in Valdarno il 0,19%; Comune di Rignano sull’Arno il 0,19%; Comune di Figline Valdarno il 0,38%; Comune di Reggello il 0,38%; Valdisieve Scrl il 5,26%.
Il consiglio di Amministrazione è composta da: Silvano Longini – Presidente; Mauro Fregnani - Vice-Presidente; Giancarlo Bracaglia – Consigliere; Stefano Carnevali – Consigliere; Ferdinando Vitali – Consigliere.
Queste le tariffe relative alle utenze domestiche nei tre comuni anno 2008:
Comune di Pontassieve
Componenti il nucleo familiare Tariffa al mq.
Parte fissa Tariffa parte variabile per nucleo familiare
1 1,46 14,50
2 1,60 26,10
3 1,73 33,35
4 1,87 40,60
5 1,99 42,05
Maggiore di 5 2,09 49,31

Comune di Pelago
Componenti il nucleo familiare Tariffa al mq.
Parte fissa Tariffa parte variabile per nucleo familiare
1 0,88 49,76
2 0,96 89,57
3 1,05 114,45
4 1,13 149,28
5 1,20 179,14
Maggiore di 5 1,26 204,02

Comune di Rufina
Componenti il nucleo familiare Tariffa al mq.
Parte fissa Tariffa parte variabile per nucleo familiare
1 0,69 42,54
2 0,76 76,57
3 0,82 97,84
4 0,89 127,62
5 0,94 153,14
Maggiore di 5 0,99 174,41

Su queste tariffe ogni Comune ha previsto delle riduzione sulla parte variabile della tariffa. Sono inoltre previste agevolazioni per particolari ragioni di carattere economico e sociale sempre nella parte variabile della tariffa, da richiedere con domanda documentata al comune interessato entro il 31.07.2009.
Sin qui abbiamo cercato di esporre in modo sintetico l’aspetto normativo di questa tariffa, la sua struttura, la società che gestisce lo smaltimento dei rifiuti, le tariffe applicate nei tre comuni per l’anno 2008, dato che le tariffe per il 2009 saranno determinate – dopo che i rispettivi comuni avranno approvato le Tariffe di Riferimento – nell’ottobre 2009.
Da quanto sopra esposto a nostro parere, sono necessarie alcune considerazioni e proposte:
• Come si noterà dalle tabelle sopra indicate dei tre comuni, il Comune di Pontassieve ha spostato il costo della TIA al 90% sulla parte fissa. Questa applicazione della tariffa, viene meno allo spirito della legge, perché non si tiene conto della quantità dei rifiuti prodotti dai componenti il nucleo familiare e non stimola i cittadini a fare la raccolta differenziata.
Inoltre diventano ridicole le agevolazioni e riduzioni, previste per motivi economici, o per la presenza nel nucleo familiare di un portare di Handicap, o invalido al 100%.
• Altro elemento che si nota dalle tre tabelle sopra indicate, è che il Comune di Pontassieve ha la tariffa più cara del Comune di Pelago dall’8 ÷ 12% e del Comune di Rufina dal 25 ÷ 29% a seconda dei componenti il nucleo familiare. Forse il maggior costo è dovuto ad un provvedimento che il Comune di Pontassieve prese con delibera di Consiglio nel giugno 2007 trasferendo all’AER spa la gestione del servizio pubblico locale di manutenzione pulizia e conservazione delle aree a verde pubblico ricadenti nella sfera di competenza del Comune.
• Per questo sarebbe auspicabile che anche il Comune di Pontassieve ritornasse ad una applicazione della Tariffa di Igiene Ambientale come nella sua applicazione del 2006 e come viene applicata nei comuni di Pelago e Rufina. Su questo punto nel Protocollo intesa fra Comune e CGIL, CISL e UIL della Valdisieve relativo al bilancio di Previsione 2009, tra altri argomenti trattati, una riguardava la TIA e precisamente: “Sulla Tia, dove al massimo il gestore opererà l’adeguamento al tasso di inflazione, il Comune, su sollecitazione delle OO.SS., prende in considerazione il contenimento delle tariffe e una diversa ripartizione fra la parte fissa e quella variabile, in un quadro di omogeneità territoriale, attraverso un tavolo tecnico di approfondimento che concluda il proprio lavoro entro maggio 2009”. Maggio è già passato, ma del tavolo tecnico nemmeno l’ombra. Speriamo che i nuovi Amministratori, si ricordino degli impegni presi tra Comune di Pontassieve e le Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL della Valdisieve.
Comunque sul problema rifiuti, il suo smaltimento e la sua gestione, su queste colonne, ci sarà occasione di tornare su questo argomento, di così grande attualità con tutti i suoi riflessi economici, sociali e ambientali.
Giovanni Casalini