adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2009

                     11/9/2009 - SINISTRA A PONTASSIEVE

<<<

Una proposta di Sinistra alla Sinistra di Pontassieve
di Giuseppe Masi

Intanto fatemi lodare la vostra passione di fare un giornale e nel contempo vi ringrazio per lo spazio datomi non prima però di sottolineare la vostra disponibilità al confronto aperto, se ci sono anch’io, alle più diverse idee; bravi, un esempio di partecipazione che vi onora e fa sentire i Cittadini di questa Comunità meno soli.
Vorrei fare una proposta anticipata da un ragionamento che non può non partire dalle ultime consultazioni elettorali che hanno confermato Marco sindaco di Pontassieve .
A chi sostiene che non è successo niente vorrei ricordare invece che ne sono successe di cose eccome; due su tutte: la perdita di consensi del Pd nei numeri veri ( le percentuali sono un esercizio matematico che solitamente serve a semplificare ed a diluire le sconfitte ed a sbandierare, di corsa, le vittorie, ma non rendono valore vero ai numeri ) rispetto alle Politiche del 2008 ( alle precedenti amministrative c’erano i Ds e Margherita che hanno preso, sommati, gli stessi seggi di oggi, 13 ), dove il Pd locale si fregiò dell’amara palma di “più votato d’Italia“ senza soffermarsi a considerare chi come me votò il sartoriano “voto utile “ che divideva la Camera al Pd ed il Senato ad altre forze ( Sinistra Arcobaleno, Rifondazione etcc.. ) e la debacle politica del Pd locale che sacrifica il Segretario sui numeri delle preferenze; impietosi i numeri ma tant’è, una sconfitta personale e del Partito essere bocciati dagl’iscritti e dai simpatizzanti, fosse capitato a me avrei rassegnato irrevocabilmente le dimissioni pubblicamente, come si fa in questi casi perché il problema c’è ed è fondamentale per l’affermazione di un Partito che vuole essere non solo forza di governo locale ma deve essere officina di politica sul territorio nella formazione di gente di Sinistra, fino all’incalzare la Giunta che sostiene considerando la mediocre qualità dell’opposizione locale. Ecco, un Partito che sfida l’Amministrazione Comunale sulle cose ed i bisogni del più lontano Cittadino facendosi carico delle sue istanze, intervenendo sui suoi bisogni, materializzando le aspettative del Cittadino facendo sì che le sue speranze siano il Programma Politico del Pd, che ordina ai candidati a sindaco di eseguire. Sta succedendo il contrario nel Paese dove si vota l’uomo invece di ciò che rappresenta ed ho paura che anche nei localismi possa avanzare quello che io chiamo “berlusconismo“ che è secondo me tragico, culturalmente e filosoficamente tragico sia che sia di Destra che, ahinoi , di Sinistra.
Giuro che provo sconcerto leggere le dichiarazioni di Marco su “La Nazione“ del giorno dopo il voto che ascrive al buongoverno locale il merito del successo riproponendo la solita dichiarazione che usò sullo stesso giornale all’indomani delle Politiche del 2008. In linea con il Pd nazionale, non c’è che dire, infatti in Italia il Pd festeggia perché perde SOLO l’8% ! Da ridere se non ci fosse da piangere; cosa hanno fatto di tanto eclatante che noi non sappiamo ? Per dirla con Ennio Flaiano “la situazione è grave ma non è seria !“ .
Si dice, nelle analisi post elettorali televisive, che la Lega ( che con l’IdV ha davvero vinto le elezioni aumentando clamorosamente i voti quasi fino al raddoppio ) vince perché usa gli stessi strumenti del Pci, ma diamine: noi gli abbiamo in casa quegli strumenti ( molti, tanti vengono dal Pci perfino con il precedente incarico ) e non li adopriamo! Valli a capire gli strateghi del Pd.
Poteva esserci una novità politica a Pontassieve se la lista Sinistra e Libertà si fosse presentata da sola, all’opposizione “di governo”, a fare e rappresentare quello che dicevo qualche riga sopra perché interprete di quei Cittadini di Sinistra che non sono contenti di questo andazzo e di questa Giunta ma che comunque la votano “ perché non c’è di meglio, eppoi siamo contro Berlusconi! “ma, essendo stata composta dalle segreterie provinciali la coalizione ( ne è prova la nascita dei Comunisti Fiorentini che dovevano portare nelle coalizioni di paese un simbolo con la falce e martello per intenerire i nostalgici d’ogni età e così è stato, io lo so per certo; ed una con la dicitura “ Sinistra “ visto che questa parola al Pd serve senza pronunciarla per evitare diaspore. Un “vorrei ma non posso“ subito rimediato, secondo me, da Riccardo Nencini per ovvi equilibri di potere politico regionale, in tutti i seggi toscani c’era la “Sinistra per… “ Pontassieve, Sesto etcc….) .
E’ stato commesso un errore strategico che è costato un Consigliere ed ha portato il 3% alla causa del Pd. Epperò vanno ringraziati comunque perché recavano due belle parole: Sinistra e Libertà.
Non mi convincono i comunisti di Rifondazione che fino ad oggi sono apparsi fuori dalla vita politica locale distinguendosi, al limite, per iniziative deplorevoli; seguiremo l’ IdV, che invece può svolgere il ruolo che si diceva prima, fare il pungolo della coalizione dettando, talvolta, l’agenda del dibattito e rappresentare il dissenso di centro-sinistra nei confronti della Giunta forte della vivacità dei novizi e del trend nazionale favorevole. Certo , è un gruppo di neofiti della politica che si faranno e devono essere aiutati a farlo ma loro devono evitare di farsi inghiottire dal potere schiacciante del Pd pontassievese. Potrebbero, loro sì, chiedere della necessità dell’ auto blu quasi nascosta del Sindaco ricordandogli che Gordon Brown, Premier inglese, si reca al lavoro in metropolitana e, più modestamente, Andrea Barducci và a fare il Presidente della Provincia fiorentina tutte le mattine tutte, con il treno delle 8.05 circa, io lo vedo ancora, da Sesto F.no per Firenze SMN; potrebbero rendere pubblico i motivi che indussero nella scorsa Legislatura la Giunta ad aumentarsi del 43% lo stipendio mentre, già da allora, nel paese si tira la cinghia e sapere se basta e per questa Legislatura vanno bene questi emolumenti; oppure potrebbero parlare del futuro, che sò sapere se c’è qualche conflitto d’interesse nei Presidenti di Commissione ed eventualmente rimuoverlo ( il conflitto d’interesse o il Presidente )? Ecco un’altra questione che mi sta a cuore e molto, il degrado ed il rispetto delle cose ed il decoro del nostro territorio. Chi lo chiederà alla Giunta che ci fanno 32 locomotori tra la fattoria dei Veroni ed il Ruffino ( due aziende alimentari )? Sono dannosi per la salute dei Cittadini visto che sono comprensive di amianto che sommato a quello dei capannoni in disuso può essere una bomba che mina irrimediabilmente la salute dei Cittadini? Eppoi il nostro territorio è nostro ed anche i proprietari di queste aree, le Ferrovie, non si devono permettere di fare di Pontassieve la loro discarica; si deve intervenire energicamente; io propongo una manifestazione di sensibilizzazione del problema e denuncio questo stato di cose con stupore: vedo questo scempio dallo stesso treno che porta su anche l’ Assessore all’Ambiente. Perché lo vedo io e lui no? Sa qualcosa in merito? Perché non informa i Cittadini e l’Arpat? Facciamolo noi che amiamo Pontassieve ma come?
E che schifo è diventato il “Parco della Rimembranza“ di via Aretina, al Ruffino per intenderci? E’ diventato un luogo desolante. Perché non si fa un investimento anche culturale per recuperare dal degrado dei cani che ci fanno i loro bisogni e dalle erbacce che nascondono i vialetti questo NOSTRO monumento dove ci sono ancora la lapide storica ( fra le imprese dei writers e graffitari ) che ne ricorda le ragioni, rendendolo fruibile ai Cittadini con arredi urbani magari pagati da Aziende che sponsorizzano eventi a volte minori e fanno della loro filantropia ( Coop ) un motivo in più per esserne Soci ed un vanto? Perché non ripristinare la bellissima cancellata che c'era , da chiudere alla sera, di questo luogo storico dove anche il Re venne ( e lo dico io che certamente simpatizzo più per Gaetano Bresci, al limite! ), e fatte le proporzioni oggi sarebbe venuto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano? Ed i nostri Cittadini anziani possono avere d’estate dei giardini puliti e decorosi che renda onore alla loro vita di contribuenti? Possono avere d’inverno dei luoghi d’aggregazione di quartiere, come lo sono i giardini e le panchine d’estate, in luoghi chiusi e riscaldati? Mi fermo qui ma sono tante le cose da contestare e denunciare così come tante sono le cose da fare; questa cari Compagni è la “politica dal basso” con la quale spesso vi sciacquate impropriamente la bocca.
Possono quelli dell’IdV svolgere il ruolo di controllo che dicevo? Credo di no anche se mi auguro di si; ecco perché occorre una forza di Sinistra, riformista, laica e libera di chiaro stampo Socialista Europeo che sia idee e azione, che incalzi il Governo locale e ne sia controllore e che rappresenti anche i sogni del Cittadino di Sinistra.
Faccio la proposta a voi del Laburista ed a chi legge questo giornale con la speranza che arrivi ai Partiti di Centro-sinistra ed alla Giunta: una volta al mese politici locali, Consiglieri, Assessori e Sindaco si incontrino con i Cittadini per fare il punto della situazione; per parlare delle cose fatte e quelle da fare, venite fra la gente e la gente ve ne sarà grata; ascoltatela la gente, sentite le loro cose, fatevene carico; certo l’imprevedibilità del popolo è da considerare ma “male non fare, paura non avere“. La televisione locale che cerca queste cose come il pane potrebbe riprendere la cosa e renderla davvero pubblica. Quindi NON un Consiglio Comunale aperto ma un’incontro con quei Cittadini interessati alla gestione del potere Politico ed Amministrativo.
Mi si dirà: “questo ruolo lo svolgono i Partiti, vieni in sezione, iscriviti, etcc…“ ovviamente per evitare che quello che io chiedo s’avveri.
Ma se queste cose le facessero i Partiti pensate davvero che si sarebbero ridotti così?