adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.4 - AGOSTO 2009

                     11/9/2009 - TRE MOSSE

<<<

Come governare in tre mosse.
Di Eriprando Cipriani

Gli eventi vanno per la loro strada, infischiandosene dei telegiornali che li occultano. È quasi magico il modo in cui il trascorrere del tempo resta impermeabile alla potente macchina propagandistica a disposizione del Cavaliere e, così facendo, la smaschera.
Si pensi a quanto è successo il 2 luglio: proprio nel pieno dei festeggiamenti per l’approvazione dell’infame disegno di legge sulla sicurezza, l’Istat ha diffuso i dati più recenti sulla situazione economica del paese. I dati confermano ancora una volta l’inadeguatezza della politica economica del governo.
E così, nello stesso giorno, la tattica della destra è rimasta per un attimo lì, scoperta, sotto gli occhi di tutti.
Mossa numero uno: il governo non sa che pesci prendere per far uscire il paese dalla recessione, ma se ne frega perché tanto può coprire tale manchevolezza con una raffica di TG ben mirati a nascondere le dimensioni della crisi e a spacciare per buon senso comune l’esibito ottimismo del premier. Tanto sarà sempre di più la gente di fronte alla TV di quella che passerà davanti all’ufficio INPS e ci ammirerà una fila di disoccupati mai vista negli anni precedenti (si passi da via Algeri a Pontassieve, per toccare con mano. Mollando il televisore).
Mossa numero due: il governo deve comunque crearsi un consenso. E dove cercarlo, se non su quel terreno che lo ha portato al potere? Ecco quindi che viene dipinta un’Italia che affronta una tragica emergenza criminale, avente come motivo originario l’immigrazione. E chi è lo sceriffo che risolve il problema? Ma è ovvio: Silvio, col suo meraviglioso disegno di legge. (Peraltro approvato grazie all’averci posto la fiducia).
Parola d’ordine: governare sulla paura.
Ma tutto ciò sarebbe sufficiente per un semplice politico corrotto. Non per un tiranno nel bel mezzo di uno scandalo.
Si rende necessaria la mossa numero tre: munirsi di un’inattaccabile faccia tosta.
A tal proposito, ricordiamo le tappe principali di quanto accaduto nell’ultimo mese.
1) La stampa internazionale si impadronisce del succulento scandalo italiano: Berlusconi è definito ora clown, ora magnaccia, e caricaturizzato come un mix tra Trimalcione e Benito Mussolini.
2) Si diffonde il timore che il ridicolo che ha investito il premier travolga l'immagine del paese.
3) Interviene Napolitano che chiede una tregua.
4) La tregua, responsabilmente, viene accordata. Anche l'opposizione sospende le critiche.
5) Si arriva al G8. Gli ospiti sono educati. Visitano le macerie dell'Aquila, restano colpiti e proferiscono parole di rispetto per l'Italia. Restano compresi nei loro ruoli. E così, tutti insieme, gli italiani sospirano: l’abbiamo sfangata.
Ed eccoci al più bello: a G8 finito il premier, scampato il pericolo, attacca l'opposizione, nega che l'intervento del Quirinale sia stato importante, spaccia per una vittoria personale un risultato ottenuto grazie al senso di responsabilità di tutti.
Un vero maestro, non c’è che dire.
Eriprando Cipriani