adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.5 - OTTOBRE 2009

                     17/11/2009 - SANITA' PUBBLICA

<<<

RIPARLIAMO DI SANITA’ PUBBLICA

L’inizio dei lavori del Punto di Primo Soccorso presso l’attuale Poliambulatorio di San Francesco di Pelago, sono l’occasione per discutere nuovamente di sanità pubblica in Val di Sieve con una particolare attenzione alle strutture e alle attrezzature delle stesse.
Il nuovo Primo Soccorso che mette “la prima pietra” dopo tre anni dalla chiusura del servizio fornito in convenzione dalla “Casa di cura Val di Sieve” dimostra ancora una volta con quanta lentezza, con quante difficoltà, vengono affrontati i nostri problemi sanitari dalla ASL Fiorentina, e dalle stesse Amministrazione Comunali Locali. L’intento di questa nota è di mettere nuovamente l’attenzione sulle strutture sanitarie, e di conseguenza sulle attrezzature per riportare all’attenzione di tutti un’ipotesi di blocco che potrebbe verificarsi nella nostra zona. Il rischio è che una volta costruito il “Primo Soccorso” venga steso una specie di cordone sanitario intorno alla richiesta più importante che rimane la costruzione della “Casa della Salute” contenitore unico dei quattro punti di attività sanitaria attuali, ubicati nei comuni di Pelago e Pontassieve.
La Casa della Salute è una richiesta non solo di questo giornale, ma da anni anche delle Organizzazioni Sindacali, nel programma del sindaco di Pontassieve “Insieme per scegliere”, spicca la richiesta della Casa della Salute al primo posto del capitolo riservato alle politiche sanitarie. Dopo sei mesi dalla presentazione del Programma del sindaco, chiediamo come cittadini che hanno votato quel programma, che il Sindaco batta un colpo su una richiesta prioritaria del suo programma. Vogliamo insistere su questo concetto perché passate esperienze negative in materia hanno alimentato nell’opinione pubblica che quando si parla di sanità una cosa sono le frasi e gli impegni presi in campagna elettorale, una cosa dare sostanza agli stessi.
E’ con spirito costruttivo che chiediamo all’Amministrazione Comunale di Pontassieve e ai Comuni di Pelago e Rufina di fare un dibattito pubblico coinvolgendo su questo argomento L’ASL Fiorentina, la Società della Salute Zona Sud Est, l’Assessore Regionale alla Salute della Regione Toscana le varie Associazioni presenti sul territorio e i cittadini, questo potrà mettere a fuoco due aspetti che al momento sono alla base di una richiesta di un dibattito sulla materia in oggetto:
1) Esiste in Val di Sieve la necessità di un contenitore unico per la sanità Pubblica ( Casa della Salute) confacente ai bisogni della cittadinanza; al momento la carenza non solo di una struttura unica, ma di attrezzature diagnostiche e specialiste fa sì che i cittadini di questa Zona trovino soddisfazione a centinaia di km e con mesi di ritardo o sborsare grandi cifre nelle strutture private;
2) Se la Regione Toscana decidesse la costruzione di questo contenitore unico il Comune di Pontassieve è in grado di fornire in tempi certi il terreno per la costruzione?
Queste semplici domande e le considerazioni fatte con
questa nota meritano una risposta, che deve avvenire alla luce del sole e con la partecipazione della gente per dare sostanza allo slogan del Programma del Sindaco “Insieme per scegliere”. Renzo Cammelli