adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.6 - DICEMBRE 2009

                     18/12/2009 - ELEZIONI

<<<

Perché bisogna tornare alle preferenze.

Quando nel direttivo regionale degli allora DS si discusse della prima delle leggi elettorali regionali, quella che per il 2005 abolì le preferenze, instaurò la lista bloccata e aumentò da 50 a 65 i consiglieri regionali, fui tra le voci che si levarono per segnalarne la gravità. Questa seconda legge elettorale ridimensiona i consiglieri regionali a 55, ma mantiene la lista bloccata. Oggi ci troviamo presumibilmente a spendere più di un milione di euro per primarie che giustamente il Direttore Bernabò definisce “una foglia di fico”, destinate a coprire le vergogne della mancata possibilità di esprimere una preferenza.
Infatti queste primarie saranno con ogni probabilità limitate alla sola possibilità di influire sull’ordine di lista del PD (eventualmente anche di Sinistra e Libertà?) mentre nel frattempo verrà stilato a livello di vertice del PD un listino in cui ci sarà la prima applicazione del “patto in cassaforte” firmato tra PD e PS.
A queste considerazioni ne vorrei aggiungere un’altra. Da quello che si capisce, alle primarie del PD può votare sostanzialmente qualsiasi cittadino che lo desideri, ma per presentarsi bisogna essere iscritti al PD almeno da una certa data. Mi sembra che anche questa considerazione porti acqua al mulino di chi pensa che non vale la pena di spendere un milione di euro prelevati dalle tasche di tutti. Varrebbe invece la pena che si ripristinasse la preferenza unica per tutte le liste di tutti i partiti.
Valdo Spini - Lettera al Tirreno pubblicata il 17 novembre 2009