adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2010

                     4/3/2010 - VIA DALLE CASE DEL POPOLO

<<<

Bandire i videopoker dalle case del popolo!

La vicenda ha visto l'epilogo nel dicembre 2009, ma la nascita risale al 2° semestre del 2008, quando la Commissione Cultura del rinnovato consiglio del circolo Arci “La Rampa” Tavarnelle da me presieduta mette a punto un programma di uscita dei videopoker dalla sala giochi del suddetto circolo. con l’approvazione unanime e successivamente il ripensamento di alcuni consiglieri
Un percorso lungo e irto di ostacoli per un fine tutto sommato banale, un circolo Arci deve avere di regola, marcate attenzioni alle tematiche sociali e al rispetto della persona ed evitare di lucrare sulle debolezze umane, tipo l'arricchimento facile e falso che può arrivare infilando una moneta in una macchinetta. Il progetto messo a punto era molto ambizioso, oltre a togliere quegli strumenti mangiasoldi si poneva l'obiettivo di fare da pungolo moralizzatore verso tutti quei gestori privati che ne ospitano nei loro locali in modo indiscriminato, ancorché legale!
Una delle tante contraddizioni nazionali che la legge italiana non tanto e solo consente, ma addirittura stimola la debolezza italica di rovinarsi con i giochi d'azzardo e poi succede che un ragazzo trovato con pochi grammi di hascisc sia massacrato di botte e lasciato morire all'interno di una casa di rieducazione, dicesi carcere.
Ma torniamo al tema e scusate la divagazione. Un proverbio recita “chi dal gioco spera soccorso metterà il pelo lungo come l'orso”, ma nella società in cui viviamo puntare tutto sull'azzardo è forse rimasta l'ultima speranza? A ben vedere i passi delle istituzioni romane dubbi non ve ne sono, sulla fragilità umana del giocare gira parte della macchina fiscale italiana, dal superenalotto pompato dai TG nazionali, ai gratta e vinci, ai videopoker, ormai sono queste le basi legalizzate su cui poggiano le speranze degli italiani.
La vicenda di Tavarnelle è stata notata dal settimanale “Metropoli del Chianti” e il direttore Fabrizio Nucci ha addirittura dedicato un fondo nella prima pagina del giornale in cui fa notare che in alcune realtà, come i circoli Arci e le Case del Popolo, seguire il mercato e le mode imperanti può non essere un valore e che in questi locali i temi sociali tornino ad acquisire spazi allo stato attuale perduti.
Uscire dalla spicciola logica commerciale nelle Case del Popolo, per proporre un nuovo modello di aggregazione, può essere un trampolino di lancio (evitando sogni troppo arditi) anche per un nuovo modello di società.
Alberto Marini