adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.1 - FEBBRAIO 2011

                     26/2/2011 - UN PAESE SINGOLARE

<<<

Amiamo un Paese singolare.
Giuseppe Masi

La mia Patria l’Italia, un Paese singolare; se vi capita di parlare con qualche socialista noterete che più delle volte si affretta a specificare: “sono socialista, sì ma di sinistra eh“! In quale altro Paese del mondo avviene qualcosa di simile? In tutto il mondo i socialisti non solo stanno a sinistra ma sono la Sinistra. Io non ho mai potuto votare per il Psi perché quando iniziai a votare c’era già Craxi e la sua cricca che hanno reso impronunciabile la parola “socialista “ in Italia a causa delle ruberie che oramai sono consegnate agli archivi della storia recente del Paese e le sentenze definitive comprese quelle che riguardano il latitante segretario sono lì ben documentate; eppure avevano ragione loro, i Socialisti pre-Midas, sui fatti di Ungheria del 1956, su Praga del 1968 per cui il Pci radiò gli intellettuali del gruppo del Manifesto a me vicini, sull’Unione Sovietica e sono stati riformisti veri se solo si pensa al primo Centrosinistra e le Leggi sulla scuola ed altre riforme che ancora sostengono le nostre libertà; ci hanno dato lo Statuto dei Lavoratori con il ministro Brodolini con l’ostilità del Pci contrario allo Statuto e queste cose ve le dico io che il Pci l’ho sempre votato. Perché si votava il Pci? Perché si era semplicemente di Sinistra ed il Psi dopo il Midas era quello che dicevo, una banda di predoni con disprezzo di chi li votava e della Sinistra; lo Psi era quello che a Firenze schierava la cricca di Villa Favard; delusi da quest’andazzo si votava la luminosità degli occhi di Enrico Berlinguer, la sua lealtà, la sua onestà, il suo essere “ con noi “ con i Lavoratori, che morì praticamente sul palco di Padova a difendere la busta paga dei Lavoratori sostenendo la scala mobile nel 1984 che Craxi ed il suo governo tolsero impoverendo una classe meno abbiente. Ho sempre avuto un quesito in testa da anni: si vota a Sinistra per quello che fanno sul territorio o per le politiche centrali visto che le ideologie oramai non portano i voti ? Certo che spiegare perché si votava Pci a Pontassieve mi è difficile se esco dall’ideologia o dal contesto nazionale visto le politiche che hanno prodotto questa città che amo ma discutibile urbanisticamente e come scelta progettuale di città; non ci sono più le Fabbriche, è stata scelta la vocazione turistica che arricchisce solo pochi eletti, non si vive di economia turistica che distribuisce reddito alla città mentre da troppi anni Pontassieve è diventata sempre più la periferia delle case minime di via Rocca Tedalda a Firenze. E gli Amministratori ed i Politici odierni che sono? Ottimi ragazzi, li conosco bene, ma ambiziosi scrannocrati per larga parte specialmente coloro che provengono dai Ds che evitano i Cittadini e d’altronde che risposte potrebbero dare sul degrado, il decoro della città sullo scarto che c’è tra la crisi del Cittadino e chi vive di Palazzo? Una destra locale, populisticamente forse, ha proposto al Consiglio il 23 dicembre 2010 di tagliare gli emolumenti di Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio Comunale e Consiglieri quindi, va detto, anche a loro del 20% di quello che la prima Giunta Mairaghi si è aumentata del 43% e come sarà andata a finire? I Sindaci del nostro comprensorio si fanno fotografare in mutande sulla Sieve per protestare contro i tagli governativi agli Enti Locali mentre a Pontassieve si dispone di un’auto blu da 60mila€, si ha uno staff del Sindaco folto, troppo costoso se c’è chi guadagna anche 59mila € l’anno. I nostri Amministratori vanno a trovare i Cittadini a casa? Balle! Scimmiottano Veltroni che andava a pranzo dagli operai ( ci vada ora a spiegargli il Pd dove sta sulla vicenda Fiat ) nella sciagurata campagna elettorale del 2008 vanno sì a casa dei Cittadini ma di quelli che poi diventano Consiglieri Comunali, una boutade! Perché fuggono ad incontri pubblici con i Cittadini nelle sedi pubbliche come sezioni di Partito, piazze e altri luoghi di dibattito? Non si vedono mai tra la gente! Ambiziosi dicevo e concludo con un aneddoto. E’ cosa nota che alla Casa del Popolo la situazione economica non è eccellente ed io, nuovo consigliere con altri nuovi, compresi due assessori, lavoriamo per frenare ed invertire il trend riformando l’agire e riorganizzando le cose ma necessitano i soldi, quindi ho proposto ufficialmente, in due distinte occasioni, che siccome il Partito, il Pd in parte erede dei predecessori Pci-Pds-Ds, è politicamente responsabile, per me, di questa situazione perché disinteressandosene non è mai intervenuto prima e si è perpetuato per troppo tempo un andazzo che cambieremo. Ho chiesto di farsi dare lo stipendio per i rimanenti mesi di Legislatura di Assessori, Presidente del Consiglio Comunale e gettone dei Consiglieri Pd (perché no di tutta la coalizione di maggioranza?) e la quota dal Sindaco fino alla salute di bilancio perché questi sono gli unici che riscuotono denari dall’attività politica del Pd, non gli ho chiesto di frugarsi in tasca nello stipendio del loro lavoro ma di lasciare il surplus, quello che dovrebbe essere passione gratuita già tutelata da Legge per quanto riguarda permessi al lavoro e che quando c’era il biasimato Pci davano al Partito; ecco, oltre al furbo silenzio defilippiano di un’Assessore l’altro mi si è quasi offeso! Perché visto i tagli del Governo agli Enti Locali e i sacrifici che ci aspettano non si dà un segnale dal Palazzo ed a costo zero tagliando tre o quattro assessorati? Poi si può andare dai Cittadini a chiedergli ulteriori sforzi. Perché il tenore di vita lo devono cambiare solo gli Amministrati, i Cittadini? E’ di Sinistra intervenire in questo senso, ragionare così, ma questi sembrano asettici ad ogni politica di Sinistra; probabilmente è meglio vendere pezzi di città, dal Borgo Verde ai giardini ai servizi a privati che notoriamente hanno allergia alle regalie e premura per il profitto. Oppure esternalizzazioni come Aer ed altre società dove trovano scranno e cachet politici ed amministratori trombati e a fine corsa, fino ai Cimiteri ed altre pubbliche cose che devono tornare ai Cittadini. E se avesse ragione Calderoli con la sua riforma di semplificazione oramai sopita, che mi trova d’accordissimo, e che darebbe ad una città come la nostra un massimo di due assessori?