adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Circolo Fratelli ROSSELLI VALDISIEVE
Periodico Laburista NOTIZIE

A cura della Redazione  |  E-Mail: rosselli.valdisieve@alice.it

 

      LABURISTA NOTIZIE - N.2 - APRILE 2011

                     3/5/2011 - ARCORE-FIRENZE

<<<

Legate da un tramonto.


Prossima fermata …. Italia ……….si trattava, se non ricordo male, di un banale slogan. Di sicuro una fermata è avvenuta ad Arcore.
Il paese di Arcore è stato, infatti, individuato dalla redazione di un quotidiano locale come meta per un viaggio premio per i lettori più affezionati (più “fedeli” sarebbe la parola giusta), che avevano in un concorso a premi raccolto almeno 100 oggetti di vario genere: c’era, per esempio, chi aveva raccolto 100 gormiti, chi 100 cose ….da fare, chi aveva organizzato 100 incontri in luoghi inusuali, chi aveva racimolato 100 persone vestite da vigili urbani (mi perdonino) e cosi via …..
Il gruppo vincitore del concorso era stato anche attirato dalla visita ad una famosa villa, che in passato ospitava un importante ex locale -pare privè- ed adesso è trasformata in una lussuosa residenza, che organizza corsi per l’insegnamento delle scienze politiche collegate al mondo dello spettacolo (purtroppo un connubio strano ma molto seguito).
I vincitori si distinguevano in due gruppi. Il primo era interessato più alla vita precedente svoltasi nel locale ed era formato da persone desiderose di sedersi nelle stesse sedie dove si erano accomodate donne (mi perdoni l’intero genere) con delicati, e forse ritoccati fondoschiena, e da persone volenterose di conoscere le vie del successo nel mondo dello spettacolo. La parte residuale del gruppo aveva intenzioni diverse: chi era curioso di capire come fare a candidarsi alle prossime elezioni, e per questo gli è stato consigliato un bignami intitolato il Podio di Scilla (con un po’ di anagramma….), qualcun altro era alla ricerca di utili suggerimenti per come gestire la civile protezione.
L’ingresso alla villa è stato ritardato da una curiosa manifestazione, che si svolgeva nei pressi del cancello principale. Si trattava probabilmente di un’iniziativa della Caritas, che aveva radunato centinaia di persone, casualmente tutte dello stesso sesso, richiamate dalla beneficienza gratuita in corso. Una beneficienza misteriosa, cioè quella di veder volare banconote o assegni in euro, che potevano essere presi solo alleggerendosi di ogni peso.
Durante la visita nelle lussuose stanze, mentre echeggiava di sottofondo una musica “nanologica”, il gruppo è stato guidato nei meandri della residenza da un’egocentrica studiosa di didattica contemporanea propositrice di riforme scolastiche “molto apprezzate” dalle ultime generazioni. Nei corridoi che conducevano alle rinomate scuderie il gruppo ha avuto modo di osservare le fotografie di alunne della scuola dell’obbligo, ritratte in momenti di vita recente. Un genere molto particolare.
Giunti alle scuderie…(bè qui entrano in gioco parole che chi vuole conosce ma che qui non meritano di essere scritte )……..stava calando il tramonto……
Chissà come sarà Arcore di notte? Chissà se qualcuno del gruppo, si è ricordato di un altro tramonto, di quello sognato da una bambina, che in modo indelebile lasciava un giorno con queste parole:

Il pomeriggio
se ne va
Il tramonto si avvicina
un momento stupendo
Il sole sta andando via (a letto)
E' già sera tutto è finito.

La bambina si chiamava Nadia Nencioni, il 27 maggio del 1993 aveva nove anni quando insieme alla sua famiglia morì in via de' Georgofili a Firenze per una bomba messa dalla mafia.
Chissà quanti fiorentini sarebbero andati a rendere omaggio….. al gaudente paese……..dopo quel tramonto.
Patrizio Ulivieri