adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Federazione Nazionale Pensionati
FNP/CISL Lega Intercomunale Valdisieve

A cura di: Giovanni CASALINI  |  E-Mail: fnppontassieve@tiscali.it

 

      NOTIZIE tutte aggiornate al 2016

                     12/2/2014 - DISOCCUPAZIONE norme dal 1° maggio 2015

<<<

Come previsto dall’art. 1 comma 2 legge 183/2004, dal 1° maggio 2015 è stata istituita la una nuova indennità mensile di disoccupazione, denominata Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI), per fornire un sostegno al reddito dei lavoratori subordinati che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.
Sostituisce le prestazioni di ASpI e miniASpI per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° maggio 2015.
DESTINATARI: Sono destinatari della NASpI i lavoratori dipendenti, con esclusione dei dipendenti pubblici a tempo indeterminato e degli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato. Compete anche ai soci lavoratori di cooperative e al personale artistico con rapporto di lavoro subordinato.
REQUISITI: La NASpI è riconosciuta ai lavoratori che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione e che siano in stato di disoccupazione e che possano far valere:
 almeno 13 settimane di contribuzione nei 4 anni precedenti l'inizio del periodo di disoccupazione;
 almeno 30 giornate di lavoro effettivo o equivalenti, nei 12 mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.
La NASpI è riconosciuta anche ai lavoratori che hanno rassegnato le dimissioni per giusta causa e nei casi di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro con conciliazione presso la Direzione territoriale del Lavoro.
CALCOLO E MISURA: la NASpI è rapportata alla retribuzione imponibile ai fini previdenziali degli ultimi 4 anni utili, divisa per il numero di settimane di contribuzione e moltiplicata per 4,33.
Nei casi in cui la retribuzione mensile sia pari o inferiore nel 2015 all'importo di € 1.195 mensili, rivalutato annualmente sulla base della variazione dell'indice ISTAT, l'indennità mensile è pari al 75% della retribuzione.
Nei casi in cui la retribuzione mensile sia superiore al predetto importo l’indennità è pari al 75% del predetto importo incrementato di una somma pari al 25% del differenziale tra la retribuzione mensile e il predetto importo.
L’indennità mensile non può in ogni caso superare nel 2015 l'importo massimo mensile di € 1.300, rivalutato annualmente sulla base della variazione dell'indice ISTAT.
L’indennità è ridotta progressivamente nella misura del 3% al mese a partire dal 1° giorno del 5° mese di fruizione.
Per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1 gennaio 2016 tale riduzione si applica dal 1° giorno del 4° mese di fruizione.
DURATA: la NASpI è corrisposta mensilmente, per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni. Ai fini del calcolo della durata non sono computati i periodi contributivi che hanno già dato luogo ad erogazione delle prestazioni di disoccupazione.
Per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° gennaio 2017 la durata di fruizione della prestazione è in ogni caso limitata a un massimo di 78 settimane.
PRESENTAZIONE DOMANDA E DECORRENZA: la domanda va presentata all’INPS in via telematica, entro il termine di decadenza di 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. Spetta a decorrere dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda e in ogni caso non prima dell’ottavo giorno successivo alla cessazione del rapporto di lavoro.
CONDIZIONI E DECADENZA: l’erogazione è condizionata alla permanenza dello stato di disoccupazione e alla partecipazione delle iniziative di attivazione lavorativa nonché ai percorsi di riqualificazione professionale.
Il lavoratore decade dalla fruizione nei seguenti casi:
a) perdita dello stato di disoccupazione;
b) inizio di un'attività lavorativa subordinata; c) inizio di un'attività lavorativa in forma autonoma;
c) raggiungimento dei requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;
d) acquisizione del diritto all'assegno ordinario di invalidità;
e) violazione delle regole di condizionalità.
LIQUIDAZIONE ANTICIPATA: Il lavoratore può richiedere la liquidazione anticipata, in unica soluzione, a titolo di incentivo per l’avvio di un’attività di lavoro autonomo o di un’attività in forma di impresa individuale o per associarsi in cooperativa
L’erogazione anticipata in un’unica soluzione non dà diritto alla contribuzione figurativa né all’Assegno per il Nucleo Familiare.
COMPATIBILITA’: ci sono dei casi in cui la NASpI può essere compatibile e cumulabile con un rapporto di lavoro subordinato o con lo svolgimento di attività lavorativa autonoma.
CONTRIBUZIONE FIGURATIVA: è rapportata alla retribuzione percepita.

INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE PER OPERAI AGRICOLI spetta per un numero di giornate pari a quelle effettivamente lavorate nell’anno precedente, a coloro che possono far valere:
 L’iscrizione negli elenchi anagrafici fino a 270 giornate;
 almeno 2 anni di anzianità assicurativa e il primo contributo più vecchio di 2 anni;
 almeno 102 giornate di lavoro svolto nel biennio precedente alla presentazione della domanda, che va fatta entro il 31 marzo dell’anno successivo alla data di cessazione del lavoro.
L’entità dell’indennità varia a seconda dei giorni lavorati.
I periodi di percezione dell’indennità di disoccupazione sono validi ai fini del diritto alla pensione di vecchiaia ma non per la pensione anticipata.
Sono necessari i seguenti documenti:
Documento di identità, codice IBAN, redditi dell’anno precedente del richiedente e del coniuge (per eventuali assegni familiari), iscrizione al centro per l’impiego, lettera di licenziamento o copia del contratto a termine, giorni di preavviso eventualmente pagati, passaporto (per stranieri richiedenti la disoccupazione agricola).
Per ulteriori informazioni rivolgersi presso le sedi INAS/CISL e FNP/CISL di zona, oppure E-mail: fnppontassieve@fnpfirenze.it