adv

AZIENDE, SERVIZI, NOTIZIE E INFORMAZIONE DAL MUGELLO E DALLA VALDISIEVE. NEWS MUGELLO E VALDISIEVE, NOTIZIE DALLA VAL DI SIEVE E NOTIZIE DAL MUGELLO. AZIENDE DI PRODUZIONE, COMMERCIO, SERVIZI, NEWS E INFORMAZIONI DALLA VALDISIEVE E IL MUGELLO. NOTIZIE, TERRITORIO, CULTURA, MODA, SPORT, AGRITURISMO, VINO, PRODOTTI TIPICI TOSCANI. AZIENDE DI PRODUZIONE E VENDITA. PUBBLICITÀ E MARKETING TERRITORIALE.

Home  |  WebMail

SIEVE NEWS

AZIENDE E SERVIZI

PER SAPERNE DI PIÙ

FOTOGALLERY

SIEVE WEB TV

CHE TEMPO FA?

ORARIO TRENITALIA

COMMUNITY

LINKS E UTILITA'

ABOUT US

SERVIZI E MARCHI

HOME PAGE

SIEVE NEWS - NOTIZIE ED EVENTI IN VALDISIEVE E MUGELLO

Federazione Nazionale Pensionati
FNP/CISL Lega Intercomunale Valdisieve

A cura di: Giovanni CASALINI  |  E-Mail: fnppontassieve@tiscali.it

 

      NOTIZIE tutte aggiornate al 2016

                     11/2/2014 - A CHI SPETTA L'EREDITA' ?

<<<

Abbiamo chiesto al nostro esperto di farci qualche esempio di come sia suddivisa l’eredità in base al Codice Civile, in assenza di testamento del defunto.
La successione legittima scatta quando non c’è il testamento (art. 565 Codice Civile): il coniuge consegue tutta l’eredità se mancano i figli (o loro discendenti), ascendenti, fratelli o sorelle (o loro discendenti).
Al coniuge superstite, anche se concorre con altri, sono sempre riservati i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare.
A seguito della separazione non si perde lo status di coniuge, che viene meno soltanto con il divorzio.
L’eredità può essere raccolta dai parenti fino al sesto grado. Quando il de cuius (defunto) non ha eredi legittimi o testamentari, l’eredità è acquisita di diritto dallo Stato (art. 586 Codice Civile).
Di seguito sono riportati alcuni esempi di come venga suddivisa l’eredità ed in quali quote, nel caso in
cui NON SIA STATO REDATTO UN TESTAMENTO.
Se l’erede del defunto è il coniuge solo, la quota di eredità spettante è tutta.
Se l’erede del defunto è il coniuge + un figlio, la quota di eredità spettante è metà al coniuge e metà al figlio.
Se l’erede del defunto è il coniuge + 2 o più figli, la quota di eredità spettante è 1/3 al coniuge e 2/3 da dividere fra i figli.
Se l’erede del defunto è il coniuge + fratelli e/o sorelle, la quota di eredità spettante è 2/3 al coniuge e 1/3 da dividere fra i fratelli e le sorelle.
Se l’erede del defunto è il coniuge + un nipote (figlio di un fratello morto), la quota di eredità spettante è 2/3 al coniuge e 1/3 al nipote (figlio del fratello morto).
Se l’erede del defunto è il coniuge + entrambi i genitori, la quota di eredità spettante è 2/3 al coniuge e 1/6 al padre e 1/6 alla madre.
Se l’erede del defunto è 1 figlio solo (senza coniuge), la quota di eredità spettante è tutta.
Se l’erede del defunto sono 2 o più figli (senza coniuge), la quota di eredità spettante è da dividere in parti uguali fra tutti i figli.
Se l’erede del defunto è un figlio + due nipoti (figli di un figlio morto), la quota di eredità spettante è metà al figlio, 1/4 ciascuno ai due nipoti (figli del figlio morto).
Se l’erede del defunto sono il padre e la madre, la quota di eredità spettante è metà al padre e metà alla madre.
Se l’erede del defunto è un genitore soltanto, la quota di eredità spettante è tutta.
Se gli eredi del defunto sono solo fratelli e sorelle, l’eredità è da dividere in parti uguali fra tutti loro.
Qualora il defunto ABBIA LASCIATO UN TESTAMENTO (art. 587 Codice Civile), in cui dispone dei propri beni dopo la sua morte, (atto che potrà sempre revocare o modificare fino all’ultimo atto di vita).
Il testamento deve essere redatto adottando la seguente formula: “Io sottoscritto Tizio Caio in possesso di tutte le mie facoltà fisiche e psichiche con la presente dispongo …………….”.
Il testamento potrà essere olografo (redatto dal testatore, alla cui morte va consegnato ad un notaio per la pubblicazione), pubblico (raccolto da un notaio con 2 testimoni) o segreto (predisposto dal de cuius, custodito dal notaio e reso pubblico dopo la morte).
N.B. Al Coniuge, in ogni caso, è riservato il diritto di abitazione.
Agli eredi legittimi dovrà essere comunque garantita una quota di riserva prevista dalla Legge, vedi alcuni esempi che seguono:
Se gli eredi del defunto è il coniuge solo, la quota del patrimonio di riserva è la metà.
Se gli eredi del defunto sono il coniuge + un figlio, la quota del patrimonio di riserva è 1/3 al coniuge e 1/3 al figlio.
Se gli eredi del defunto sono il coniuge + 2 o più figli, la quota del patrimonio di riserva è 1/4 al coniuge e 1/2 da dividere fra i figli.
Se gli eredi del defunto è un figlio legittimo (senza coniuge), la quota del patrimonio di riserva è la metà.
Se gli eredi del defunto sono 2 o più figli legittimi (senza coniuge), la quota del patrimonio di riserva è 2/3 da dividere fra i figli.
Se gli eredi del defunto sono Ascendenti legittimi (senza coniuge e figli), la quota del patrimonio di riserva è 1/3.
ESEMPI DI GRADI DI PARENTELA ASCENDENTI IN LINEA RETTA.
1° grado: GENITORE; 2° grado: NONNO; 3° grado BISNONNO.
ESEMPI DI GRADI DI PARENTELA ASCENDENTI IN LINEA COLLATERALE.
3° grado: ZIO; 4° grado: CUGINO; 5° grado: FIGLIO DI CUGINO.
ESEMPI DI GRADI DI PARENTELA DISCENDENTI IN LINEA RETTA.
1° grado: FIGLIO; 2° grado: NIPOTE; 3° grado: FIGLIO DEL NIPOTE.
ESEMPI DI GRADI DI PARENTELA DISCENDENTI IN LINEA COLLATERALE.
2° grado: FRATELLI E SORELLE; 3° grado: FIGLI DI FRATELLI E SORELLE; 4° grado: NIPOTI DI FRATELLI E SORELLE.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alle sedi FNP/CISL e CAF/CISL di zona, oppure E-mail: fnppontassieve@fnpfirenze.it