Tartufo re dell’autunno in Mugello e con la fine di ottobre torna puntuale l’appuntamento con la Mostra mercato del tartufo bianco e nero giunta quest’anno alla XV edizione. Barberino di Mugello dunque diventa capitale per due giorni di questo frutto prezioso, celebrandolo nel fine settimana del 26 e 27 ottobre nel proprio centro storico.

La manifestazione, organizzata da Associazione Tartufai Barberinesi e Comune di Barberino di Mugello con il patrocinio di Regione Toscana e Unione dei Comuni del Mugello e con la collaborazione di Proloco per Barberino, Comitato ViviBarberino, Associazioni di Categoria e associazionismo locale, nasce e si incentra sulla promozione e celebrazione del tartufo, pregiata eccellenza del territorio.

Un’opportunità di promozione anche per molti altri prodotti stagionali del territorio, con una rassegna enogastronomica che vedrà il coinvolgimento diretto dei produttori agricoli e delle imprese specializzate nella vendita di prodotti alimentari tipici locali e nazionali.

Per le vie del Centro storico (Piazza Cavour e Corso Corsini), oltre alla presenza dello stand dell’Associazione organizzatrice che proporrà tartufo bianco, nero e prodotti derivati, ci saranno operatori del commercio specializzati nella vendita di prodotti alimentari tipici toscani e nazionali, grazie alla presenza anche di Slow Food Mugello, produttori agricoli locali che presenteranno i prodotti di stagione e non solo, un mercatino delle Curiosità e Tradizioni dell’Artigianato, la mostra mico-ecologica del Gruppo Micologico Fiorentino “Micheli”. Nel pomeriggio dimostrazione ricerca del Tartufo ai giardini della Pesa che sarà ripetuta anche domenica. Quando al programma si aggiungerà la mostra statica auto–moto–trattori d’epoca a cura degli Svarvolati Mugellani e l’esposizione di trattori in miniatura del signor Naldi. Nel pomeriggio gli spettacoli promossi da Catalyst: “Archimossi” la prima orchestra itinerante di archi amplificati, viole e violini e “Tartufo e le Fiabe del Bosco”: letture animate ed animazione. Insomma, un ricco programma che incoraggerà una gita a Barberino in quel fine settimana.

“Tagliare il traguardo delle quindici edizioni è senz’altro importante, commenta il Vicesindaco ed Assessore allo sviluppo economico e turistico di Barberino Sara Di Maio: una manifestazione che nasce e si incentra sulla promozione e celebrazione del Tartufo, preziosa eccellenza del nostro territorio, ma che ci ha dato, negli anni, l’opportunità di essere la vetrina anche di prodotti di qualità della filiera enogastronomica sia mugellana, che nazionale. Anche quest’anno abbiamo voluto puntare sul coinvolgimento dei produttori agricoli, degli operatori del commercio e delle imprese specializzate nella vendita di prodotti alimentari tipici, concentrando la manifestazione proprio sull’offerta, rendendoli protagonisti, con il Tartufo al centro, della due giorni. Presenti inoltre come già da tre anni le peculiarità dell’artigianato locale e regionale, unitamente al coinvolgimento dell’Associazione Vivi Barberino per la gestione del mercatino delle Curiosità. Rinnova la sua presenza un ospite molto gradito ovvero l’Associazione Slow Food Mugello. Il tutto accompagnato da momenti artistico-musicali e storico-sportivi. Per l’Amministrazione si tratta di un momento importante, di un’iniziativa su cui puntiamo anche per la rivitalizzazione del Centro storico del Paese, oltre che per la promozione tipica locale. Il nostro obiettivo, infatti, è anche quello di promuovere il territorio con le sue eccellenze e contribuire allo sviluppo turistico del Mugello.”


TARTUFO