Giovedì 19 dicembre 2019, Pontassieve ha ufficialmente aderito alla strategia “Rifiuti Zero” grazie a Valdisieve in Transizione.

E’ l’atto finale di un percorso partito anni fa quando la Rete ValdiSieve/Verso Rifiuti Zero contribuì a fermare la costruzione di un grande inceneritore che avrebbe portato danni alla salute, all’ambiente e all’economia delle famiglie e avrebbe ostacolato per anni lo sviluppo di pratiche virtuose nella gestione dei rifiuti.
Lavoro proseguito poi da Il Molino del Riciclo e Asso Valdisieve che negli ultimi anni hanno informato la popolazione organizzando incontri, serate e presentazioni con i maggiori esperti di pratiche virtuose e interventi diretti con la cittadinanza. Fino ad arrivare a Valdisieve in Transizione che ha raccolto e rafforzato questo impegno per una gestione virtuosa dei rifiuti improntata alla sostenibilità, al recupero di risorse, alla partecipazione e allo sviluppo dell’Economia Circolare.
Anche questa battaglia è ora vinta: il Comune di Pontassieve ha approvato la Delibera Rifiuti Zero proposta da Valdisieve in Transizione, che contiene obiettivi avanzati e ambiziosi che porteranno vantaggi importanti al nostro territorio.

La Strategia Rifiuti Zero, infatti, se ben praticata, oltre a rendere più efficiente e meno dispendiosa la gestione dei rifiuti, stimola lo sviluppo dell’economia circolare e di nuove opportunità economiche, rende più consapevole l’approccio ai consumi e induce aggiornamenti alle normative.
Ognuno quindi deve fare la sua parte: la cittadinanza consolidando le corrette modalità di conferimento dei rifiuti e vigilando che queste siano osservate; le associazioni del territorio usando comportamenti virtuosi nelle loro iniziative; i commercianti e gli imprenditori assumendo le scelte di riduzione, riuso e riciclo; gli amministratori predisponendo la migliore organizzazione possibile e adeguando le tariffe secondo il principio: “Chi più inquina più paga”.
La delibera segna l’inizio di un nuovo impegno con l’istituzione dell’Osservatorio Rifiuti Zero, a cui Valdisieve in Transizione parteciperà insieme ad altri componenti che rappresentano settori significativi della cittadinanza, per raggiungere e sviluppare gli obiettivi della delibera. Invitiamo tutti a portare avanti questo cambiamento pieno di opportunità di creatività e cittadinanza attiva.

La Strategia Rifiuti Zero, ideata da Paul Connett e portata avanti in Italia dallo splendido lavoro di Rossano Ercolini – Goldman Environmental Prize 2013 e dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero Capannori – www.rifiutizerocapannori.it, si basa su dieci passi: separazione alla fonte, raccolta porta a porta, compostaggio, riciclaggio, ridurre i rifiuti, riuso e riparazione, tariffazione puntuale, recupero dei rifiuti, centro di ricerca e riprogettazione, azzeramento rifiuti.
Ringraziamo tutte le persone che hanno fatto parte di questo percorso fino ad ora: i comitati, i gruppi di cittadini che si sono battuti contro la costruzione dell’inceneritore in primo luogo, chi ha sviluppato la filosofia Rifiuti Zero e si impegna da molti anni per portarla in tutto il mondo e tutti coloro che ci stanno dando una mano in questo percorso di Valdisieve in Transizione.

Ringraziamo la Giunta ed il Consiglio Comunale per aver approvato questa Delibera che ci porta finalmente ad affrontare questi problemi in maniera concreta.
In attesa di raccontarvi di più, vi auguriamo un buon inizio di cammino insieme per una Valdisieve verso Rifiuti Zero.


Valdisieve in Transizione