IL COMUNE IN CIFRE: CHI SIAMO E QUANTI SIAMO

A Scarperia e San Piero incremento delle nascite

Mentre l’Istat nei giorni scorsi ha pubblicato il dato delle nascite  rilevando una diminuzione del 4% a livello nazionale e il minimo storico di nascite in Italia, nel Comune di Scarperia e San Piero si registra un dato di segno opposto: le nascite rispetto allo scorso anno sono aumentate del 10% con n. 94 bambini nati nel corso del 2019 (47 maschi e 47 femmine) contro gli 85 nati nel 2018. Con questo incremento si conferma una quota stabile delle nascite che è pari a una media di n. 92 persone l’anno dal 2014 ad oggi.

Poi ci sono gli altri dati del Comune di Scarperia e San Piero:  al 31.12.2019 il totale dei residenti è di 12194 con una leggera prevalenza femminile (6199) rispetto a quella maschile (5995) e una diminuzione di n. 26 persone rispetto allo scorso anno. Una popolazione sostanzialmente costante in questi anni (+57 rispetto al 2014 anno della fusione dei due ex comuni di Scarperia e San Piero a Sieve) con una percentuale del 9,32 di popolazione straniera (il dato nazionale è l’8,7%) integrata nel tessuto sociale del comune. Nel corso del 2019 sono state rilasciate n. 34 nuove cittadinanze. Mentre le coppie che si sono unite in matrimonio sono in totale di 36 tra cerimonie  civili e religiose.

Altro dato interessante è quello relativo ai nuclei familiari: nel Comune le famiglie unipersonali sono pari al 32% e il dato sostanzialmente non si discosta da quello del 33% rilevato a livello nazionale dall’Istat. ovvero un terzo del totale delle famiglie.


Guardando i dati anagrafici del Comune il Sindaco Federico Ignesti ha commentato che “fa piacere vedere che i dati della natalità nel nostro Comune sono positivi. Penso che il dato sia  il risultato della buona qualità della vita  che abbiamo nel Mugello ed anche degli investimenti fatti  nei servizi per le famiglie, in particolare  per la prima infanzia e nelle strutture e nei servizi scolastici. I giovani del nostro Comune possono guardare con fiducia al futuro”.