Tornano i corridori del cielo nel Mugello. 748 gli atleti che su due distanze, 60 km con 3200d+ e 24 km con 1280d+ si sono dati battaglia alla IV edizione della Scott® Ultra Trail del Mugello. La gara di trail running ideata dalla Mugello Outdoor e l’Unione Montana dei Comuni del Mugello, patrocinata dalla Regione Toscana e dal Comune di Firenze si è sviolta nel bellissimo contesto di Badia di Moscheta nel comune di Firenzuola, che fa parte del Registro Nazionale dei paesaggi rurali storici. Area che tra sabato 29 e domenica 30 aprilesi è animata di una moltitudine colorata di atleti.

Impressionate la macchina organizzativa: 250 volontari, Protezione Civile, Soccorso Alpino, 118, Carabinieri, Polizia Municipale Unione Mugello, Corpo Forestale, Anpas e Misericordia, associazione Alpini e associazione nazionale Carabinieri in congedo, hanno dato subito fatto capire che nel Mugello si fa sul serio.

L’Ultra Trail del Mugello in soli quattro anni si è ritagliata uno spazio importante a livello internazionale ed è stata selezionata per il circuito Skyrunning Italy Series per il terzo anno consecutivo. I partecipanti provenienti da 25 nazioni – Giappone, Nuova Zelanda e Australia i più lontani – hanno dovuto affrontare un percorso molto duro, quest’anno baciati dal sole ma con temperature veramente rigide, la colonnina di mercurio segnava 0 gradi alle 6 della mattina alla partenza della gara regina.

Ore 6,00 di domenica mattina parte l’Ultra Trail, al via 324 atleti che festeggiano questa nuova avventura, Luca Carrara del Team Mammut prende il comando della corsa e il suo ritmo è impressionante, vincitore lo scorso anno sia della gara che del circuito Skyrunning Italy Series. Lo seguono Michael Dola del Team Scott e il giovanissimo Enrico Bonati del Team Mud and Snow. Dopo 5h e 50 minuti sarà lo stesso Luca Carrara a tagliare il traguardo per primo stabilendo il nuovo record del percorso; a seguire Michael Dola in 6h 1 minuto che conferma una grande forma e l’emergente Enrico Bonati in 6h e 25.

Nella gara femminile bissa il successo del 2016 la stratosferica Cristiana Follador del Team Aldo Moro che esaltata dal percorso va vicinissima al tempo dello scorso anno, chiudendo in in 7h 4 minuti e classificandosi ben tredicesima nella classifica assoluta; a seguire un altro nome illustre del trail running italiano, la Valdostana Sonia Locatelli del Team Salomon in 7h e 16 minuti e a chiudere il podio l’emiliana Katia Fori con i colori della nazionale Skyrunning in 7h e 25 minuti.


Nella Gara corta, partita alle ore 9 in 424 atleti, un podio molto giovane vince il giovane Eddj Nani della Nazionale Skyrunning in 1h e 59 dominando la gara fin dalle prime battute; segue a 3 minuti un grande atleta sempre della Nazionale Skyrunning Daniele Cappelletti, reduce da un ottavo posto al prestigiosissimo Trofeo Mezzalama di sci alpinismo tenutosi la scorsa settimana; chiude il podio un altro giovane talento, Luca Balducci del Total Traning Team. Al femminile è record del percorso con Monica Gaspari dei Caprioli di San Vito che chiude in 2h e 29, a seguire Lara Mustat del team La Sportiva, vincitrice delle ultime due edizioni, e chiude il podio Daniela Furlani.

La gara si è conclusa con l’arrivo degli ultimi in 13h e 01 minuti scortati dalle infaticabili scope che per tutto il viaggio li hanno incoraggiati a non demordere. Per tutto il giorno Badia di Moscheta si è animata di musica e festa nel rispetto dell’ambiente in cui viene svolta la manifestazione.

Sono intervenuti alle premiazioni il Presidente e l’assessore allo Sport dell’Unione Montata dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni e Stefano Passiatore e il sindaco di Firenzuola Claudio Scarpelli, insieme a Giulio Sergio Roi, presidente della Federazione Italiana Skyrunning.

Appuntamento per la V edizione il 29 aprile 2018 per rivivere insieme questa giornata di grande sport e umanità.