4 giornate di eventi a Pontassieve e Pelago

Dal 25 al 28 novembre

Per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – ricorrenza istituita dall’assemblea generale delle Nazioni Unite – Spi CGIL Pontassieve e Pelago, insieme al Comune di Pontassieve e al Comune di Pelago, promuovono una serie di eventi da lunedì 25 a giovedì 28 novembre per sensibilizzare su un tema che riguarda tutti.

La violenza contro le donne, dallo stalking al femminicidio, non è una questione solo femminile ma un tema cruciale di cui le donne e soprattutto gli uomini si devono far carico.

A Pontassieve il primo evento sarà lunedì 25 novembre alle ore 9,30 in Sala delle Eroine, con l’esposizione del tappeto contro la violenza sulle donne, cucito dalle donne dell’AUSER; un manufatto sartoriale che l’Auser ha creato e che ogni anno si arricchisce con stoffe e che è ormai un’opera di patchwork che racchiude un grande significato simbolico. La mattina vedrà anche una rappresentanza delle classi terze della scuola Maria Maltoni.


Martedì 26 novembre (ore 11,15) gli eventi si spostano allIstituto Balducci, con il convegno Informazione e Formazione sulle Discriminazioni nei confronti delle Donne con interventi di Marco Trapassi, Segretario Lega SPI Pontassieve- Pelago; Angiolo Brogi, Presidente AUSER,

Monica Marini, Sindaca di Pontassieve e con i rappresentanti del Centro Artemisia. Durante l’incontro letture di Ilaria Danti. Sempre martedì 26, alle ore 21,00, la casa del Popolo di Pelago ospita l’incontro “Oltre la Violenza, Percorsi Virtuosi in Rete con Valeria Dubini, responsabile aziendale del codice rosa dell’ ASL Toscana centro; Francesco Innocenti, psicologo del Centro Ascolto Uomini Maltrattanti; Anna Corallo, avvocatessa e presidentessa dell’Associazione Donne in cammino; Angelo Brogi, Presidente AUSER e Teresa Bruno, presidentessa di Artemisia centro antiviolenza.

Mercoledì 27 novembre dalle ore 21 nella Biblioteca Comunale di Pontassieve presentazione del libro “Un genere d’abbecedario” alla presenza delle autrici Camilla Bati, Alessia Izzo e Serena Morandi, un interessante abbecedario di nuove parole capaci di dare voce al sentire post-traumatico femminile, che “raccontano” la sofferenza, ma che guidano al giusto linguaggio e alla scelta di parole adeguate da conoscere e utilizzare. Giovedì 28 novembre ore 12, poi gli eventi si concluderanno con l’inaugurazione della panchina rossa e della targa realizzata con i pensieri dei ragazzi e delle ragazze dell’Istituto Balducci nel rinnovato giardino di Viale Diaz a Pontassieve.

artemisia_con_pelago