Per assistere gratuitamente alla performance il 13 aprile alle 21 è necessaria la prenotazione

Una mappa di avvenimenti storici in cui qualcuno compie un gesto assurdo, ma capace di sintetizzare le contraddizioni di un’intera epoca. Una performance che tenta di costruire una “mappa del paradosso” e di parlare del nostro tempo con uno sguardo a metà strada fra storiografia e visione.

È Ipestoria, la nuova produzione di Sotterrano, che sarà trasmessa in live streaming su Zoom martedì 13 aprile alle 21:00, nell’ambito della programmazione digitale del teatro Excelsior di Reggello. L’iniziativa nasce dalla collaborazione fra l’Amministrazione comunale di Reggello, la Cooperativa Teatro Excelsior e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, con l’obiettivo di garantire un accesso diffuso ad un’offerta culturale di qualità, anche in questo periodo di sospensione degli spettacoli aperti al pubblico.
Iperstoria è una produzione a cura di Sotterraneo, realizzata con il sostegno di Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Regione Toscana nell’ambito del progetto Così remoti, così vicini – Nuove idee per un teatro a distanza.
Per accedere gratuitamente allo streaming – disponibile alle 21:00 di martedì 13 aprile – è necessaria la prenotazione all’indirizzo di posta elettronica prenotazioni@teatroexcelsior.it .
“Nella speranza che si possa presto tornare a seguire gli spettacoli dal vivo, siamo però molto felici di proporre un’altra interessante attività in streaming – spiega l’assessore alla Cultura del comune di Reggello, Adele Bartolini – Ringrazio i Sotterraneo, la Cooperativa Teatro Excelsior e la Fondazione Toscana Spettacolo per questa nuova opportunità a disposizione dei nostri cittadini e di tutte e tutti gli amanti del teatro. Il teatro è magia e vogliamo tutte e tutti poter tornare a sognare”.

“Iperstoria, il lavoro di Sotterraneo che proponiamo in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la cooperativa Teatro Excelsior, – ricorda il direttore della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta – è una delle creazioni artistiche concepite per la fruizione ‘da remoto’ che abbiamo sostenuto nell’ambito del progetto speciale Così remoti, così vicini – Nuove idee per un teatro a distanza, con l’intento di stimolare la creatività degli operatori toscani, affiancandoli in un momento di forte crisi per il settore. Siamo per questo orgogliosi di ribadire il nostro impegno volto a garantire l’accesso ad un’offerta culturale di qualità, presentando questa performance in live streaming”.

La performance
Iperstoria trasforma il tavolo di lavoro della compagnia in un progetto streaming, mettendo in forma di racconto e incontro col pubblico la fase di studio e ricerca. In una stanza virtuale i membri di Sotterraneo squadernano decine di aneddoti paradossali, una mappa di avvenimenti storici in cui qualcuno compie un gesto assurdo ma capace di sintetizzare le contraddizioni di un’intera epoca. Nel dipanarsi di questi racconti, Sotterraneo interagisce col pubblico per operare dei “salti” all’interno del materiale storico, attraverso approfondimenti testuali, fotografie, estratti video storici e cinematografici, incontri fantasmatici con personaggi del passato a cui porre domande.
Si tratta a tutti gli effetti di un esperimento: cominciare a creare uno spettacolo in forma pubblica e digitale, sottolineando che non sempre una storia o la Storia possono riportare tutto a un ordine lineare e consegnarci la sensazione consolatoria della conquista di un senso: esploriamo per perderci in un walkabout storiografico.
Per il filosofo Walter Benjamin le immagini del passato sono impresse come su una lastra fotosensibile e solo il futuro ha a disposizione acidi abbastanza forti da svilupparla e renderle visibili. Iperstoria è una performance streaming che tenta di mettere in risonanza queste immagini per costruire una “mappa del paradosso” e parlare del nostro tempo con uno sguardo a metà strada fra storiografia e visione.


Nel corso di Iperstoria gli spettatori seguiranno la compagnia perdersi fra decine di aneddoti storici nel tentativo di trovare ricorrenze, similarità e collegamenti nascosti: tutto ciò che Walter Benjamin chiamava “costellazioni”.
Nel comporre queste mappe avvicinando punti distanti nel tempo, in alcuni momenti Sotterraneo coinvolgerà gli spettatori lasciando loro alcune scelte: approfondire un fatto specifico, soffermarsi su alcuni documenti, interagire con personaggi del passato.
Iperstoria tenta di comporre un racconto per immagini valorizzando però la dimensione “live” dello streaming come azione teatrale che, per quanto digitale, rimane ancorata al momento presente, alla relazione fra performer e pubblico.

concept Sotterraneo
con Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Daniele Villa
con la partecipazione di Woody Neri
scrittura Daniele Villa
responsabile tecnico Marco Santambrogio
consulenza tecnica Alessandro Bartoletti
grafica Lorenzo Guagni
responsabile di produzione Eleonora Cavallo
assistente di produzione Francesco Silei
produzione Sotterraneo
contributo Mibac, Regione Toscana – sostegno Fondazione Toscana Spettacolo onlus e
Regione Toscana – progetto Così remoti, così vicini -Nuove idee per un teatro a distanza
in collaborazione con NAM – Not A Museum/Manifattura Tabacchi

Spettacolo gratuito su piattaforma Zoom
È necessaria la prenotazione al seguente indirizzo email: prenotazioni@teatroexcelsior.it
Progetto individuato da FTS per Così remoti così vicini – Nuove idee per un teatro a distanza

Fonte: Fondazione Toscana Spettacolo - https://www.toscanaspettacolo.it/