La sala delle Eroine del Comune di Pontassieve ospita, da giovedì 5 aprile, la mostra di Paolo Gubinelli “Opere su carta”. L’artista marchigiano porta nel palazzo Comunale le sue opere, la purezza delle sue “carte”, morbide e leggere, che rimandano ad una contemplazione quieta e chiarificante. Un’arte delicata con tonalità acquerellate che tra le lievi incisioni sulla carta le fanno acquistare un significato intimo e intenso. Carte da osservare. L’osservazione è preziosa ed è fondamentale – spiega l’ex sovrintendente al Polo Museale Fiorentino Antonio Paolucci – A mio giudizio è la chiave d’accesso decisiva per entrare nelle opere di Gubinelli; nelle sue ermetiche carte trasparenti, nelle sue criptiche incisioni, nelle piegature esatte, melodiose e misteriose, simili ai segni che le onde lasciano sulla sabbia”.

Le sue “carte” pretendono, così, una lettura non superficiale, ma attenta e prolungata: hanno bisogno di un lettore disponibile per mediare contenuti, motivazioni e stimoli di ricerca. Un pittura che parla come i versi delicati di una poesia. “So – continua Paolucci – che non esiste nel panorama dell’arte italiana contemporanea, un pittore che abbia saputo, come Gubinelli, accettare per azzardo e chiudere con successo, il confronto con la poesia. Intendo il confronto nel senso tecnico del termine. In lui il mezzo espressivo, diciamo così, “professionale” e cioè la pittura, si affina, si disincarna, si consuma, diventa trasparente e leggero come una foglia.

Paolo Gubinelli – Biografia

Nato a Matelica (MC) nel 1945, vive e lavora a Firenze. Si diploma presso l’Istituto d’Arte di Macerata, sezione Pittura, continua gli studi a Milano, Roma e Firenze come grafico pubblicitario, designer e progettista in architettura. Giovanissimo scopre l’importanza del concetto spaziale di Lucio Fontana che determina un orientamento costante nella sua ricerca: conosce e stabilisce un’intesa di idee con gli artisti e architetti: Giovanni Michelucci, Bruno Munari, Ugo La Pietra, Agostino Bonalumi, Alberto Burri, Enrico Castellani, Piero Dorazio, Emilio Isgrò, Umberto Peschi, Edgardo Mannucci, Mario Nigro, Emilio Scanavino, Sol Lewitt, Giuseppe Uncini, Zoren. Partecipa a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Le sue opere sono esposte in permanenza nei maggiori musei in Italia e all’estero. Nel 2011 è ospitato alla 54 Biennale di Venezia Padiglione Italia presso L’Arsenale, invitato da Vittorio Sgarbi e scelto da Tonino Guerra, con installazione di n. 28 carte cm. 102×72, accompagnate da un manoscritto inedito di Tonino Guerra.

PAOLO GUBINELLI – L’OPERA SU CARTA 5 Aprile – 7 Maggio 2018


INAUGURAZIONE Giovedì 5 Aprile ore 16.30

PONTASSIEVE – Sala delle Eroine – Palazzo Comunale

ORARIO MOSTRA (ingresso libero) dal Lunedì al Sabato h. 8.30 – 12.30

Martedì e Giovedì anche h.15.15 – 17-45

Info 055/8360307 – 241 – urp@comune.pontassieve.fi.it