Un investimento di oltre centomila euro per favorire una didattica multisensoriale

Quattro aule all’aperto per una didattica multisensoriale. Un progetto ‘verticale’ quello che sta portando avanti l’amministrazione di Pelago, guidata dal sindaco Nicola Povoleri, insieme all’Istituto Comprensivo, che hanno deciso di fornire ai piccoli studenti una formazione più completa e coinvolgente. Per questo motivo nasceranno orti didattici e aule all’aperto, una didattica in “outdoor” dove le pareti scompaiono insieme ai banchi e alle sedie e dove i bambini impareranno a sporcarsi le mani.

L’amministrazione in accordo con l’istituto Comprensivo di Pelago ha deciso di creare tre aule all’aperto alla secondaria di primo grado di San Francesco, una quarta sempre all’aperto presso l’infanzia di San Francesco, riqualificare i due cortili alla primaria di San Francesco, con la creazione di un’aula all’aperto, laboratorio con orto ed il giardino al nido. Sono stati investiti oltre 100.000 euro per interventi sugli esterni delle scuole che favoriscano esperienze di tipo multisensoriale.

“Con questa idea – spiega il sindaco Nicola Povoleri – le aule non saranno l’unico scenario di apprendimento per gli alunni, ma interno ed esterno saranno strutturati come spazi di apprendimento complementari”.

“Ogni plesso scolastico – aggiunge l’assessore all’Istruzione Giacomo Bracaglia – sarà così dotato di un orto didattico, un vero e proprio laboratorio dove i bambini potranno vivere a pieno il rapporto con la natura, osservare la vita direttamente sul campo, riscoprire l’importanza del tempo scandito dal passare delle stagioni, l’influenza delle condizioni atmosferiche, la complessità della vita ed imparare a rispettare la natura”.


Fonte: Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve - http://www.uc-valdarnoevaldisieve.fi.it/