UNA “SFIDA ELETTRIZZANTE” PER PROMUOVERE LA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Pontassieve (Fi), 20 maggio 2021 – Una bellissima giornata di sport e di festa, che è anche un segno di ripartenza e di speranza: è questa la sintesi della partenza da Pontassieve della dodicesima tappa del Giro-E 2021, terza edizione dell’evento creato da RCS Sport, già organizzatore del Giro d’Italia. Ed è proprio sulle strade e nei giorni della Corsa Rosa che il Giro-E percorre l’Italia: da Torino a Milano, dall’8 maggio al 30 maggio, 21 tappe per raccontare la bellezza della Penisola passando dalle grandi città alla provincia, dall’Appennino alle Alpi, in un percorso di 1540 affascinanti chilometri.

Si tratta di una sfida davvero “elettrizzante” che in realtà non è una gara, ma una e-bike experience, una delle esperienze più belle che un amatore può vivere in sella a una bicicletta. Grazie alle bici da corsa a pedalata assistita, cui l’evento è riservato, i partecipanti vivono le sensazioni dei professionisti: il foglio firma alla partenza, la conquista di una maglia, la premiazione sul podio dei campioni, una hospitality riservata all’arrivo. E anche questa mattina la partenza di Pontassieve – che nel pomeriggio ha visto anche il sempre affascinante passaggio del Giro d’Italia – non ha deluso le attese, ospitando nel cuore del paese, in piazza Vittorio Emanuele II, l’evento del Giro-E che ha registrato partecipazione ed entusiasmo, nel pieno rispetto delle norme anticovid. A dare il benvenuto al Giro-E eranno presenti il Sindaco di Pontassieve Monica Marini, il vicesindaco Carlo Boni, l’assessore allo sport Giulia Borgheresi, il consigliere della Città Metropolitana delegato allo sport Nicola Armentano, i rappresentanti di Enel X Gabriele Grigolo per E-City (illuminazione pubblica) e Lorenzo Bandinelli per l’E-mobility (mobilità elettrica), il referente comunicazione di Enel Toscana e Umbria Riccardo Clementi.

Conferma del successo è il fatto che l’edizione 2021 ha raddoppiato il title sponsor con l’ingresso di ENIT-Agenzia Nazionale Turismo ad affiancare Enel X, la business line del Gruppo Enel dedicata a mobilità elettrica, prodotti innovativi e soluzioni digitali, che supporta il Giro-E fin dalla prima edizione. “Il Giro E per Enel X è l’occasione perfetta per sensibilizzare il pubblico degli appassionati di ciclismo, e non solo, sui temi dell’ecosostenibilità e della mobilità elettrica”, ha commentato alla vigilia della partenza della prima tappa del Giro-E Augusto Raggi, responsabile Enel X Italia. “L’elettrificazione dei trasporti deve essere un obiettivo del Paese e come Azienda vogliamo essere promotori di una mobilità a impatto zero, completamente elettrica ed ecocompatibile”.

Nonostante i motori di cui sono equipaggiate le biciclette, i ciclisti devono comunque sudare: il dislivello positivo del Giro-E 2021 è di 25.500 metri, tra cui spiccano la tappa numero 14 Maniago-Monte Zoncolan, 2.700 metri di dislivello, e la 16 Canazei-Cortina D’Ampezzo, 2.200 metri di dislivello positivo che comprendono il Passo Giau e il Pordoi, Cima Coppi del Giro 2021. Sono sei le tappe oltre i 2.000 metri di dislivello positivo.


Fonte: SieveOnLine Network - https://www.sieveonline.it/